Pubblicato il

Aiuti alle imprese: accordo Valfidi e Aosta Factor

Aiuti alle imprese: accordo Valfidi e Aosta Factor

Finanziamenti e servizi di factoring e l'opportunità di accedere ai contributo previsti dalle legge 21/2011

Una convenzione che prevede la possibilità, per le imprese valdostane, di accedere a finanziamenti e servizi di factoring, con l’opportunità di beneficaire dei contributi in conto interessi previsti dalla legge regionale 21/2011. E’ in estrema sintesi l’accordo stipulato nei giorni scorsi tra Valfidi, la società cooperativa di garanzia dei fidi tra imprese della nostre regione e Aosta Factor SpA, la società controllata da Finaosta SpA che si occupa di servizi di factoring.
Il factoring è un contratto con il quale una società specializzata acquista, a titolo onoroso, crediti non ancora esigibili di un’impresa, esistenti o ‘futuri, compresi quelli di natura fiscale e commerciale.
«Questa intesa rafforza il nostro ruolo a sostegno dell’economia del territorio – ha spiegato il presidente di Valfidi Andrea Leonardi – con particolare riguardo alle piccole e medie imprese che da sempre costituiscono il nostro mercato di riferimento. L’accordo assicurerà alle nostre aziende consorziate un’ulteriore opportunità per facilitare l’accessoa nuove forme di finanziamento di crediti commerciali, nell’ambito dell’operatività di factoring con la chiarezza e la rapidità indispensabili in questa fase caratterizzata da difficoltà di crescita economica».
«Mi auguro che questa nuova convenzione consenta di aumentare la possibilità di erogare nuove risorse a favore dello sviluppo delle imprese della nostra regione – spiega Jean-Claude Mochet, presidente di Aosta Factor – Per Aosta Factor questo accordo permetterà di far conoscere maggioramente alle imprese e agli imprenditori il factoring, lo strumento finanziario specialistico che facilita l’accesso al credito e che fornisce servizi a tutte le tipologie di aziende, anche di dimensioni più contenute che, oggi, hanno molte più difficoltà a trovare le risorse necessarie al sostegno della produzione e quindi della crescita».

Condividi

ULTIME NEWS