Pubblicato il

Calcio: il St-Chri VdA cala il poker a Tortona

Calcio: il St-Chri VdA cala il poker a Tortona

Derthona spazzato via 4-1; Zichella: «Eravamo feriti, non morti»

Davide Pellegrino (inviato a Tortona)
Tortona – Prova di forza del St-Chri VdA, che sbanca con un perentorio 4-1 il Fausto Coppi di Tortona e si regala la possibilità di ribaltare il campionato nello scontro diretto di domenica 15 al Comunale. Il Chieri ha piegato di misura 1-0 il Chiavari e mantiene tre punti di vantaggio sui granata, ma dopo la partitissima giocherà soltanto due volte (una contro il Santhià), mentre Tulino e compagni avranno a disposizione nove punti(trasferte a Chiavari e Lavagna, match interno contro il Verbano).
In un pomeriggio di nuovo ventosissimo, sul terreno di un Derthona contestato dai propri tifosi il St-Chri VdA è partito con Eolo alle spalle e ha azzannato la partita, sfiorando il vantaggio al 4′ con Varvelli che, lanciato in verticale da Ruggiero, ha sparato addosso a Bodrito. Il bomber modenese si è fatto perdonare un quarto d’ora dopo girando in rete da pochi passi una rimessa laterale di Benedetto bucata da tutti. A firmare il raddoppio ci ha pensato a stretto giro di posta Baldi (foto) con una punizione dal limite causata da una sciagurata uscita del portiere di casa, poi punito sul suo palo. Dopo una conclusione di Masi respinta di piedi dal numero uno alessandrino, è arrivata la prima risposta dei locali, con Marrazzo che si è incuneato in area, ma è stato murato da Tulino. Prima del riposo nuovo pasticcio aereo di Bodrito, che però ha saputo rimediare mettendo in corner la conclusione di Pierobon.
Nell’intervallo Bacci ha deciso di inserire la terza punta Cicino e, con il vento a favore, il Derthona è partito in forcing, collezionando due corner consecutivi calciati di Marrazzo: sul primo Tulino si è salvato alla grande, sul secondo la palla ha centrato il palo esterno. Ma il St-Chri VdA non è rimasto passivamente in difesa e al 2′ ha colpito in contropiede: Ippolito ha imbucato alla perfezione per Pierobon, che ha saltato anche Bodrito per poi depositare la palla nella porta sguarnita. Le velleità di rimonta dei bianconeri si sono praticamente spente lì e Pierobon, dopo aver fallito una comoda occasione all’8′, ha concesso il bis su assist di un ispiratissimo Baldi. Al 14′ il Derthona si è visto prima assegnare e poi togliere un rigore per un fallo di Benedetto su Zirilli, ma Rossi ha cambiato idea per lo sbandieramento di un fuorigioso del suo assistente. Gli ospiti sono padroni del campo e Bodrito ha dovuto esaltarsi per dire di no a un colpo di testa di Baldi su punizione di Masi (20′) e a una sassata di Varvelli dal limite (33′). A 9′ dalla fine il penalty per i bianconeri è arrivato davvero per un mani di Lazzeri su tiro di Zirilli e il numero nove di casa ha firmato il gol della bandiera.
«Eravamo feriti, non morti e oggi abbiamo giocato una grande gara – ammette soddisfatto Giovanni Zichella -; diversamente dal Natale, quando avevamo perso a casa del Verbano, passeremo una Pasqua felice. Se ognuno dei miei ragazzi nelle prossime quattro partite giocherà come oggi vinceremo il campionato».

MARCATORI: 19′ pt Varvelli; 23′ pt Baldi; 2′ st e 9′ st Pierobon; 37′ st rig. Zirilli.
DERTHONA (4-4-2): Bodrito 4.5, De Martino 5, Mazzoleni 5, Cannito 5, Coletto 5, Brizzi 5, Busco 5 (25′ st Orlandini s.v.), Montingelli 4.5 (1′ st Cicino 5), Zirilli 5.5, Marrazzo 5.5, Cargiolli 5. All.: Bacci 5.
ST-CHRI VDA (4-2-3-1): Tulino 6, Benedetto 6.5, Sinato 7, Lazzeri 7, Emiliano 7, Ippolito 7, Masi 7, Ruggiero 6.5, Varvelli 7, Pierobon 7.5 (43′ st Guidi s.v.), Baldi 7.5 (35′ st Chiatellino s.v.). All.: Zichella 7.5.
ARBITRO: Rossi di Rovigo 6.
AMMONITI: Coletto, Cicino, Cannito, Lazzeri.
NOTE: pomeriggio di sole disturbato dal vento; terreno in buone condizioni; recupero 1+3.

Condividi

ULTIME NOTIZIE
X