Pubblicato il

Via libera a Finaosta per l’acquisizione degli impianti di risalita

Via libera a Finaosta per l’acquisizione degli impianti di risalita

Un ulteriore tassello verso la riorganizzazione degli impianti sciistici lo ha messo la giunta regionale oggi, dando via libera a Finaosta per avviare le procedure di acquisizione del 51% del capitale sociale di alcune società per procedere alla loro fusione.
Operazione che richiede, da parte della Regione un impegno di circa 1 milione 300 mila euro.
La Sitib di Brusson, la Sagit di Gressoney-Saint-Jean e la Funivie Champorcher confluiranno nella Monterosa, Chamois Impianti verrà riassorbita da Cervino Spa, mentre Grand-Saint-Bernard di Crévacol e Funivie Gran Paradiso di Cogne diventeranno parte integrante della Pila.
Il passo finale, ha ricordato il presidente Augusto Rollandin, sarà fatto solo quando i Comuni e le Comunità montane ripianeranno le perdite delle società.
La riorganizzazione permetterà risparmi notevoli nella gestione dello sci in Valle soprattutto per quanto riguarda il personale, che, assicura il presidente, non sarà ridotto ma ottimizzato.
(erika david)

Condividi

ULTIME NEWS