Pubblicato il

Ayas: Alessandro Pollio Salimbeni fa il pieno di consensi

Ayas: Alessandro Pollio Salimbeni fa il pieno di consensi

Criminalità organizzata, riciclaggio di denaro et similia gli argomenti al centro della serata di Ayas Cultura

Una serata particolarmente interessante quella di sabato 11 agosto a Champoluc in occasione della rassegna Ayas Cultura. A tenere sull’attenti i presenti ci ha pensato il professor Alessandro Pollio Salimbeni, vice presidente nazionale dell’Anpi e dirigente delle Attività Produttive del comune di Milano. Un curriculum non da poco e con un albero genealogico non da meno, visto che Alessandro è il nipote dell’Ingener Salimbeni, dirigente della Cogne di Aosta, assassinato dai fascisti della GNR il 6 aprile 1945. Salimbeni ha parlato nel dettaglio delle infiltrazioni mafiose nelle città del nord Italia con un’analisi ampia e dettagliata di quello che riguarda la regione Lombardia e non solo. Mettendo in rilievo la funzione di Salimbeni come vice presidente dell’Anpi, il moderatore della serata, il giornalista Roberto Mancini, ha affermato: «Sicuramente chi ha contribuito a ricostruire il nostro paese non avrebbe voluto che finisse nelle mani della criminalità organizzata». Vedere nascere e scomparire attività commerciali, il proliferare di Compro-Oro: «Tutto ciò deve mettere in guardia le amministrazioni comunali» ha detto Salimbeni. L’estorsione, il nuovo modo di entrare all’interno dell’economia e riciclare il denaro sporco sono stati tra gli argomenti di punta della serata di sabato che ha tenuto inchiodati sulle poltrone e attenti i partecipanti alla serata culturale. Serata di riflessione anche ieri sera, domenica 12, con l’ex magistrato ora giornalista Bruno Tinti con il suo libro ”La rivoluzione delle tasse”. Il 19 agosto sarà la volta dello spettacolo teatrale e musicale “Per un mondo nuovo…abbiamo un sogno” a cura dell’associazione I.SO.LE (integrazione, solidarietà, legalità). Si tratta della recita di ventitre scene con brani di grandi pensatori contemporanei (Mandela, Neruda, Luther King, ecc…). Il 21 agosto la guerra invisibile di Maria Pia Simonetti e Elena Accadi e il 24 agosto l’atteso Gianluigi Nuzzi con “Sua Santità. Le carte segrete di Papa Benedetto XVI.
(te.ma.)

Condividi

ULTIME NEWS