Pubblicato il

Governo, Stella Alpina e Uv restano coesi

Governo, Stella Alpina e Uv restano coesi

I due partner dicono: «Da noi non ci sono franchi tiratori»

I numeri ristretti – 18 a 17 – in estate hanno alimentato voci di un possibile salto della quaglia della Stella Alpina. A due giorni dalla ripresa dei lavori consiliari l’Edelweiss smentisce, e rilancia per bocca del capogruppo consiliare Stefano Borrello e del leader Marco Viérin. «Siamo coesi e abbiamo concordato insieme come gruppo tutti i passaggi politici che sono stati fatti fino ad ora perché siamo consapevoli delle responsabilità che abbiamo nei confronti della Valle d’Aosta», spiega Borrello, il quale aggiunge: «Siamo consapevoli che, avendo vinto le elezioni, dobbiamo governare e quindi i franchi tiratori non vanno cercati nelle nostre fila».
Stessa certezza sul fronte unionista. Molto orgogliosamente Ego Perron, capogruppo dell’Uv in Consiglio regionale, rivendica una sua estraneità a manovre di sottobanco: «Sono ancora presidente dell’Uv, ma che senso avrebbe che proprio io fossi il franco tiratore della maggioranza? Non godo se le cose vanno male per il partito che presiedo. Io ho sempre agito alla luce del sole».
Ampie interviste su Gazzetta Matin in edicola lunedì 23 settembre.

Condividi

ULTIME NOTIZIE