Pubblicato il

Pd: «concentrati sul programma piuttosto che su assetti»

Pd: «concentrati sul programma piuttosto che su assetti»

Raimondo Donzel e Carmela Fontana si dicono sereni in attesa sentenza costi politica

«L’allargamento della coalizione non ha mutato il nostro approccio alle problematiche: siamo fortemente operativi in maggioranza con un forte taglio legato al programma piuttosto che agli assetti». Lo ha sottolineato il capogruppo del Pd-Sinistra VdA Jean-Pierre Guichardaz nel tarcciare nella mattinata di oggi, in conferenza stampa, il bilancio di in un anno di lavoro. Nel proseguire ha focalizzato l’attenzione sui punti programmatici portati a casa: la promulgazione della legge sulla trasparenza delle partecipate regionali; l’operatività del reddito di inclusione «per noi una sfida che ha ottenuto buoni risultati con 487 domande finanziate»; la legge sulle ‘adaptations’ «che ha disinnescato alnune norme della Buona Scuola che male si attagliavano alla nostra realtà scolastica»; il referendun sul sistema ferroviario; la riorganizzazione del sistema musicale; la valorizzazione del patrimonio immobiliare regionale; la revisione dei ticket sanitari che «in futuro saranno proporzionali al reddito». Guichardaz ha poi citato i punti in sospeso che sono Casinò, l’ampliamento dell’ospedale Umberto Parini, la quotazione in borsa della Cva, la legge unica per la famiglia e la revisione della legge elettorale. «Siamo per la preferenza unica o per una doppia di genere o per un sistema che eviti il controllo delle preferenze» anticipa Guichardaz.

Fontana, bene il reddito d’inclusione

Così nel suo intervento la consigliera Carmela Fontana: «Ho fortemente creduto nella legge sul reddito di inclusione sociale e i risultati mi danno ragione: non solo non è fallita ma è riuscita a dare risposte a tutti e molti sono stati reinseriti nel mondo del lavoro. I fondi per il 2017 ci sono e vorremmo rivedere la normativa con l’obiettivo di togliere alcuni paletti per dare qualcosa in più perché la povertà esiste. Mi impegnerò alla stesura della legge unica per la famiglia».

Donzel, rilanciato sviluppo industriale

Guarda avanti l’assessore alle attività produttive Raimondo Donzel. «L’ingresso del Pd in maggioranza ha favorito il ritormo di un’idea forte legata allo sviluppo industriale integrato con il turismo e l’agricoltura e all’innovazione». Per Donzel si sta andando verso «una Regione che dà più spazio alla società privata dove il ruolo dell’amministrazione è di sostegno. L’autonomia è una Regione meno dirigistica che crea spazi di libertà». Torna sul ‘salvataggio’ dei 177 operai e impiegati forestali e rilancia la costituzione «di un’agenza regionale del lavoro in grado di reciperare le professionalità». Dice sì alla verifica strutturale di maggioranza ma «l’importante è che non sia finalizzata solo a un cambiamento di persone». Per il 2017 il Pd «vuole ancora incidere fortemente sulle politiche attive del lavoro, sulla riqualificazione energetica e sull’innovazione».

Costi della politica

«Sono convinto di avere operato correttamente e quindi aspetto fiducioso. Siamo usciti positivamente da una prima sentenza ma la procura non si è sentita soddisfatta. Io sosterrò all’infinito le mie ragioni». E’ il commento di Donzel – al quale si associa Fontana – in merito alla sentenza sui costi della politica annunciata a Torino per il 14 febbraio. (danila chenal)