Pubblicato il

Turismo: la stagione va a gonfie vele

Turismo: la stagione va a gonfie vele

L'occupazione alberghiera è ottima fino a metà marzo; tanti gli stranieri, soprattutto inglesi e scandinavi; dopo qualche anno di difficoltà, tornano i russi

Se non è d’oro, poco ci manca. Meteo ideale, neve fresca, giornate più lunghe: il turismo della nostra regione sta attraversando un ottimo periodo. «Anche se il sold out è speso riservato al fine settimana e rimane comunque a macchia di leopardo, l’occupazione alberghiera è decisamente buona – commenta il presidente degli albergatori valdostani Filippo Gérard. Dal periodo natalizio in avanti, anche la meteo è stata dalla nostra parte; ha nevicato, le giornate si allungano e se anche alcune stazioni chiuderanno prima della Pasqua, anche per il mese di marzo, le previsioni sono ottimistiche. La settimana bianca è appannaggio di pochi; si prediligono magari due o tre week-end nella stagione oppure una mini vacanza quattro giorni. Probabilmente la spesa è più alta, ma le abitudini cambiano e noi dobbiamo essere bravi a cogliere questi segnali. I turisti stranieri, inglesi e scandinavi soprattutto garantiscono soggiorni più lunghi e anche le famiglie con bambini, nelle località a misura di famiglia».Su Gazzetta Matin in edicola luendì 20 febbraio, l’approfondimento dai vari comprensori e le novità del progetto Winter Wonderland.Nella foto, uno scatto di Pila baciata dal sole, dalla pagina FB Pila Valle d’Aosta(c.t.)