Pubblicato il

Pedone investito sulle strisce, ne avrà per 45 giorni

Pedone investito sulle strisce, ne avrà per 45 giorni

E.C., quarantenne di Sarre, ha riportato la frattura composto del malleolo e un'altra piccola frattura alla gamba destra

Disavventura per un quarantenne di Sarre, E.C., che giovedì 2 marzo, in via Frutaz ad Aosta, è stato investito sulle strisce pedonali da un’utilitaria Toyota il cui conducente, che da via Festaz svoltava in via Frutaz –  in corrispondenza dello storico negozio delle sorelle Martinet – è stato probabilmente abbagliato dal sole. E’ stato lo stesso conducente, un sessantottenne del capoluogo, a trasportare E.C. al Pronto soccorso dell’ospedale Umberto Parini di Aosta, dove gli accertamenti dei sanitari hanno evidenziato la frattura composta del malleolo oltre a un’altra piccola frattura alla gamba destra. Il referto parla di 45 giorni di gessatura. Per ragioni logistiche, considerato che la casa dove vive è disposta su due piani e per accedervi vi sono diverse rampe di scale, E.C. è stato obbligato a tornare a Luino, sul lago Maggiore, suo comune di nascita. «Un esilio forzato, ma cerco di prenderla con il sorriso – spiega.  Qui nel mio comune d’origine ci sono le mie sorelle e mio fratello che possono darmi una mano e la casa, disposta su un piano, ha un cortile interno dove posso fare due passi con le stampelle. A inizio aprile tornerò a Sarre e il 15 aprile, quando toglierò il gesso,  sperando sia tutto a posto, inizierò la riabilitazione». Nella foto, le strisce pedonali sulle quali il giovane è stato investito. c.t.