Pubblicato il

Oktagon: Martine Michieletto pronta per il match

Oktagon: Martine Michieletto pronta per il match

Luca D'Isanto sabato andrà a caccia della qualificazione all'importante kermesse di Torino

La Cittadella dei Giovani di Aosta si è riempita, ieri, per la conferenza stampa di Oktagon 2017, importante evento mondiale di sport di combattimento che si svolgerà l’8 aprile al Pala Alpitour di Torino. Una delle grandi protagoniste della kermesse sarà Martine Michieletto, 24enne di Donnas già titolare di due cinture iridate, che affronterà l’olandese Denise Kielholtz per il titolo del mondo Flyweight. L’altro atleta del Fighting Club VdA, Luca D’Isanto, andrà sabato a caccia della qualificazione a Oktagon sfidando a Milano Ismael Bene.

Il parere del presidente

Il presidente di Oktagon Italia, Carlo Di Blasi, ha presentato la sua creatura: «L’evento avrà ben cinque match con il titolo in palio; su tutti spiccano quelli tra il nostro Armen Petrosyan e Mohamed Humer per il titolo Wku, quello di Martine Michieletto con la pluricampionessa olandese Denise Kielholtz per il titolo del mondo Bellator Kickboxing, senza dimenticare la sfida Carvalho-Manhoef di Mixed Martial Arts con il palio il titolo mondiale di categoria. Il match di cartello sarà quello tra Giorgio Petrosyan e il russo Amansio Paraschiv (campione del circuito Super Combat) di scena per Bellator MMA e Bellator Kickboxing. Tutti gli atleti italiani di scena ad Oktagon sono presenti grazie a wild card, selezioni e palmarès, come Giorgio Petrosyan vera e propria leggenda di questo sport. Non c’erano avversarie disposte ad affrontare Martine Michieletto nella sua classe di peso (59 kg), quindi abbiamo optato per un suo calo di peso (56.6 kg) in modo lanciare la sfida al titolo della Kielholtz. La valdostana ha grandi qualità e lo ha dimostrato ampiamente negli scorsi mesi, quindi siamo sicuri che possa vincere questa sfida e diventare grande protagonista dei prossimi eventi mondiali».

L’opinione di Martine Michieletto

La parola è quindi passata ai due atleti rossoneri. «Ho già incontrato la mia avversaria durante la conferenza stampa di Torino e conosco il suo valore – ha detto Martine Michieletto -. E’ molto forte, ma io sono più alta di lei e questo è un gran vantaggio per me, quindi ho buone possibilità di fare un grande incontro. Ho preparato questo match per il titolo mondiale con sacrificio, concentrazione e tanta voglia di vincere, questa è un’occasione molto importante per me».

La carica di Luca D’Isanto

Luca D’Isanto è determinato a vincere sabato in modo da essere presente a Oktagon: «Sono alla fine della preparazione e mi sento bene, sono prontissimo alla sfida. C’è stato un cambio avversario, ma non ci sono problemi, perché il mio maestro sarà all’angolo a guidarmi al meglio. L’anno scorso sono tornato a combattere dopo cinque stagioni di stop, la voglia è tanta e le emozioni sono molte. Sono felice per la possibilità di qualificarmi a Oktagon, spero di vincere il mio match e partecipare a questo importante evento».

La serenità del maestro Manuel Bethaz

Chiusura riservata a Manuel Bethaz, il maestro dei due valdostani: «Abbiamo lavorato bene con Martine per questo grande match, lei è un’atleta mancina e loro sono i migliori. Durante gli allenamenti abbiamo lavorato sul dinamismo, visto che la sua avversaria è molto mobile. Anche Luca si è allenato molto bene ed è pronto».

(michael ghignone)