Pubblicato il

Vivicittà: in 500 dicono NO al bullismo

Vivicittà: in 500 dicono NO al bullismo

Il Comitato Uisp regionale ha rinunciato alla gara competitiva; la decisione è piaciuta ai tanti partecipanti

In 500 per dire no al bullismo. Sono stati circa 500 i partecipanti all’edizione numero 34 di Vivicittà, la passeggiata non competitiva in città che ha inteso lanciare un messaggio di ferma condanna agli atti di bullismo e di prevaricazione. Per farlo, il corteo dei partecipanti, è passato davanti a 10 istituzioni scolastiche della città, dove sono stati appesi striscioni contro il bullismo. La bella giornata ha favorito la partecipazione di tante famiglie con bambini; tra i partecipanti anche una sessantina di richiedenti asilo, anche in veste di volontari per la viabilità e utenti e responsabili di alcune cooperative sociali, del Dipartimento di salute mentale e dell’associazione Valdostana Autismo. Le fotografie e i commenti dei partecipanti, su Gazzetta Matin in edicola lunedì 10 aprile. (c.t.)