Pubblicato il

Casinò: piano di ristrutturazione, domani i nomi dei professionisti

Casinò: piano di ristrutturazione, domani i nomi dei professionisti

Audizione fiume in quarta Commissione consiliare Sviluppo economico per fare il punto sulla casa da gioco

Giulio Di Matteo, amministratore unico della Resort&Casinò di Saint-Vincent ha annunciato per domani, venerdì 17, i nomi dei professionisti che lo affiancheranno nella redazione del piano di ristrutturazione e rilancio della casa da gioco. Lo ha fatto al termine dell’audizione fiume – 4 ore – nella quarta Commissione Sviluppo economico, presieduta da Patrizoa Morelli. Ha commentato: «Procediamo a passi spediti.  Domani conosceremo chi ha risposto agli inviti, ne valuteremo i profili  e capiremo se sarà fisicamente possibile anticipare i tempi di presentazione». Per Di Matteo il punto di svolta rimane «il piano di ristrutturazione per garantire continuità all’azienda». Per quel che è del nodo risorse dice: «le banche non mi hanno risposto né sì ne no, attendono il Piano». Lo ribadisce ancora una volta l’assessore alle Finanze con delega al Casinò Albert Chatrian, anch’egli audito in commissione: «Prima ci vuole un piano robusto e credibile che contenga le criticità e le soluzioni da mettere in atto anche in varie fasi e poi eventualmente la proprietà darà anche un sostegno economico. Certo è che l’operazione sarà trasparente e spegata a tutta la comunità valdostana».  

Nessun ricorso a fondi obbligazionari

Garantisce Chatrian che Di Matteo «ha sgomberato il campo da tutte le sciocchezze circolate» riferendosi al ricorso a fondi obbligazionari e a un’ipotetica lunga mano del casinò di Campione su Saint-Vincent. Obiezioni che sono state avanzate in commissione anche da Elso Gerandin di Mouv: «Di Matteo ha negato di guardare a fondi privati non meglio identificati o a fondi obbligazionari, confermando la volontà di volersi relazionare con le banche».

M5S, perdita di tempo abissale

Per  Roberto Cognetta del M5S l’audizione «è stata una perdita di tempo abissale. Riparleremo di casinò quando arriverà il piano industriale».  E’ di segno opposto l’impressione del presidente della commissione: «sono state quattro ore di approfondimenti proficui, Di Matteo ha risposto serenamente al fuoco di fila dell’ex maggioranza che lo ha subissato di domande. Il prossimo appuntamento sarà fissato in commissione quando sarà pronto il piano di ristrutturazione e rilancio che l’au ha ribadito sarà redatto nel più breve tempo possibile».

Uv, Di Matteo non ci convince

«La scelta della squadra l’ha fatta da padrona – ha dichiarato l’unionista Aurelio Marguerettaz -. L’au ci ha comunicato che per quanto attiene i consulenti (Manno, Giovannini e Pellissier) sono transitati in azienda con contratto gratuito. A noi pare innaturale che dei professionisti non esigano neppure un euro». Prosegue Marguerettaz: «apprezziamo il fatto che voglia aumentare i ricavi ma di fatto a Campione, dove è stato presidente senza deleghe operative e questo ci lascia perplessi, i risparmi li ha fatti tagliando drasticamente il personale». (danila chenal)

ULTIME NOTIZIE