Pubblicato da Patrick Barmasse il

Rapina al parco della stazione di Aosta, due arresti

Nella notte aggredito un 48enne del capoluogo, che stava rientrando a casa, costretto poi a consegnare denaro e telefono cellulare a due rumeni senza fissa dimora; sul posto intervenuti Polizia e Carabinieri

Rapina al parco della stazione di Aosta, due arresti

Nonostante l’incremento dell’attività di controllo da parte delle forze dell’ordine in centro ad Aosta, non sembra proprio volersi arrestare l’ondata di microcriminalità nel capoluogo.L’ultimo episodio si è verificato la notte scorsa all’interno dell’ormai noto parco della stazione di Aosta, dove due rumeni senza fissa dimora – Cristi Balan, 22 anni, e Roman Nicolaie, 57 anni – dopo aver aggredito una terza persona, un 48enne aostano che stava rientrando a casa, l’hanno costretta a consegnare loro denaro e telefono cellulare.Sul posto sono immediatamente intervenuti gli agenti della Squadra volanti della Questura e i militari del Nucleo radiomobile della Compagnia carabinieri di Aosta, riusciti ad arrestare in flagranza di reato per rapina aggravata in concorso i due soggetti, ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa della convalida dell’arresto e del processo per direttissima previsto domani mattina – venerdì – in Tribunale ad Aosta.Secondo quanto appreso, attorno alle 2 le pattuglie sono state allertate per un parapiglia in atto nei pressi dei giardinetti pubblici di via Ollietti, di fronte a palazzo di giustizia.Essendo già presenti in zona, le forze dell’ordine hanno preso subito contatto con la persona aggredita, che ha descritto i due soggetti e indicato la loro direzione di fuga.I due presunti responsabili sono stati quindi immediatamente individuati e sottoposti a controllo alla stazione dei pullman, bloccati nel loro tentativo di fuga da Polizia e Carabinieri, che hanno sbarrato loro ogni possibile via di uscita.Nel corso della perquisizione, sono stati rinvenuti sia i soldi sia il telefonino appena rubati all’aostano. Da qui l’arresto in flagranza di reato.I due rumeni avevano avvicinato l’uomo nei pressi della stazione ferroviaria, costringendolo a seguirli fin dentro i giardinetti pubblici, dove l’avrebbero obbligato a consegnare i soldi.Al suo primo rifiuto, i due lo avrebbero preso a pugni sul volto, e – dopo averlo immobilizzato a terra – si sono impossessati di 800 euro in contanti e di uno smartphone.(pa.ba.)

ULTIME NOTIZIE