Pubblicato da Luca Mercanti il

Traforo del Monte Bianco, cronopogramma lavori rispettato

Traforo del Monte Bianco, cronopogramma lavori rispettato

Entro l'estate sarà percorribile senza interruzioni un primo tratto di 555 metri

Traforo del Monte Bianco, il cronopogramma dei lavori di risanamento è rispettato. Lo comunica il Geie. “Entro l’estate sarà restituito alla normale circolazione il primo tratto di 555 metri, vale a dire su poco più del 4% della lunghezza totale del traforo (11,6 km), oggetto do interventi di risanamento dell’impalcato”.

Il completamento della posa degli elementi di impalcato stradale è previsto entro venerdì 8 giugno, mentre il termine delle attività di risistemazione dell’infrastruttura (sgombero delle aree di cantiere, riposizionamento del rivestimento delle pareti e dei marciapiedi, ricollocazione degli impianti spostati,scioglimento delle riserve) è previsto per il 25 giugno, quando un’interruzione prolungata della circolazione (della durata di 30h30) avrà consentito di realizzare la finitura in asfalto che garantirà la tenuta stagna del nuovo impalcato, e la segnaletica orizzontale.

L’intervento

Al fine di preservare questa via di comunicazione strategica per l’economia locale ed europea, è stata messa a punto una metodologia di lavoro innovativa che consente di operare principalmente in orario notturno e di ripristinare la circolazione dei veicoli ogni mattina, garantendo la sicurezza del personale di cantiere e degli utenti del traforo. Questo progetto rappresenta un investimento di 10 milioni di euro, finanziati al 50% da ciascuna delle due società concessionarie, SITMB e la sua omologa francese ATMB.

“Al termine di una serie di attività preparatorie (allestimento dei piazzali esterni, preparazione della galleria all’avvio dei lavori principali, realizzazione dei test di metodologia) – spiega la Società -, i lavori sono entrati nella loro fase principale, vale a dire la sostituzione dell’impalcato con intervento in contemporanea di due cantieri, e un ciclo di avanzamento suddiviso in 5 fasi:

  • 1. taglio degli appoggi esistenti;
  • 2. demolizione e evacuazione delle porzioni di soletta esistente;
  • 3. preparazione degli appoggi;
  • 4. posa e regolazione della nuova soletta (in cemento armato prefabbricata in 222 elementi da 2,53 m di lunghezza ciascuno);5. posa dei marciapiedi.Dal 9 aprile, il raggruppamento di imprese aggiudicatario, composto da Spie batignolles TPCI (mandataria), COGEIS (co‐appaltatore) e SETEC (subappaltatore di Spie batignolles TPCI) sta procedendo, notte dopo notte, alla sostituzione dei 222 elementi di impalcato (e dei 425 elementi di marciapiede), procedendo ad un ritmo regolare, in linea con il cronoprogramma iniziale”.

Un po’ di numeri

  • 10 milioni di euro investiti;
  • 20.000 ore di lavoro;
  • 385 ore di interruzione del traffico;
  • 27 notti di chiusura al traffico dalle 20,30 alle 6;
  •  5 domeniche mattine fino alle 13 di chiusura;
  •  2 interruzioni da 30h30′
  • 555 metri lineari di impalcato da risanare;
  • 222 elementi rimossi e sostituiti;
  •   13 tonnellate il peso di ogni elemento di impalcato;
  •  80 persone impiegate sul cantiere (40 per parte)

(re.newsvda.it)

Condividi

ULTIME NEWS