Pubblicato il

Fénis pensa alla creazione di un’associazione culturale

Fénis pensa alla creazione di un’associazione culturale

L'ente dovrebbe occuparsi della gestione di una collezione di 3.500 libri ora di proprietà di un privato

A Fénis si ragiona attorno alla possibilità di creare un’associazione culturale sul territorio con l’obiettivo di gestire una ricca collezione di libri di proprietà di un privato. «Si parla di una collezione di 3500 volumi – ha precisato il consigliere di minoranza Fabio Cerise, presentado l’interrogazione in aula –; un patrimonio prezioso che deve essere messo a fattor comune». Da parte della maggioranza è stato manifestato l’interesse e l’intenzione di portare avanti questa prospettiva». Il sindaco ha ancora sottolineato che «da quasi due anni abbiamo contatti con il privato per trovare una soluzione. Dalle dichiarazioni della proprietaria della collezione, girate solo alla minoranza, sembra che sussistano nuovamente spazi di apertura al dialogo. Ne siamo contenti visto che al Comune la controparte aveva espresso, per mezzo del suo avvocato, intenzioni diametralmente opposte. Siamo pronti a sederci, ancora una volta, intorno a un tavolo se c’è realmente, da parte del privato, la volontà di concludere. Per il futuro, e l’auspicio è di ritrovarsi presto, certamente coinvolgeremo un rappresentante della minoranza e verbalizzeremo l’incontro; un passaggio quest’ultimo che consideriamo necessario per evitare le tante, troppe zone d’ombra venutesi a creare», ha concluso Perron.

Condividi

ULTIME NEWS