Pubblicato il

Mostre: i terremoti d’Italia all’Area Espace di Aosta

Dal 12 ottobre al 12 novembre

Mostre: i terremoti d’Italia all’Area Espace di Aosta

Nell’ambito del progetto  Interreg Italia Francia – ALCOTRA 2014-2020, in collaborazione con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, la Regione organizza la mostra itinerante “Terremoti d’Italia – Il fenomeno, la storia e l’organizzazione del Sistema di Protezione Civile regionale”.

I più importanti terremoti italiani del secolo

L’esposizione, ospitata dal 12 ottobre al 12 novembre nelle sale dell’Area Espace Aosta in via Lavoratori Vittime Col du Mont è una importante occasione per affrontare il fenomeno fisico del terremoto, indagandone le diverse modalità di osservazione e misura: i visitatori potranno ripercorrere i più importanti terremoti italiani dal secolo scorso a oggi attraverso brevi testi, fotografie, prime pagine di quotidiani e sismogrammi.

Il ruolo della Protezione Civile

Saranno inoltre approfonditi compiti e funzioni del Servizio Nazionale della Protezione Civile, in particolare le attività svolte dal sistema di protezione civile stesso in relazione al rischio sismico, in ordinario e in emergenza.La Mostra, itinerante, ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini, in particolare i più giovani, rispetto al rischio sismico stimolandoli a un ruolo attivo nel campo della prevenzione.

I rischi sismici e non solo

Oltre al rischio sismico, ci saranno dei focus specifici su altre tipologie di rischio, più tipiche del territorio valdostano, quali il rischio idrogeologico e il rischio valanghivo e verrà illustrata anche l’organizzazione del Sistema di Protezione Civile regionale.Al termine del percorso, i visitatori potranno capire cos’è un terremoto attraverso la percezione dei suoi effetti sulle persone, le cose e le strutture. Un simulatore “La stanza sismica” riprodurrà un ambiente, consentendo di vivere in prima persona l’esperienza del terremoto.La mostra, il cui accesso sarà gratuito per tutti, è guidata da accompagnatori preparati e affronta i vari temi con un linguaggio semplice e una vasta tipologia di contenuti espositivi: documenti, fotografie, video e strumenti di misura di epoche diverse.

(re.newsvda.it)

Condividi

ULTIME NEWS