Posted on

Marilinda Mineccia: «Indagini complesse scaturite da intercettazioni telefoniche, ambientali e telematiche»

Marilinda Mineccia: «Indagini complesse scaturite da intercettazioni telefoniche, ambientali e telematiche»

Il procuratore capo di Aosta spiega come la Procura è arrivata agli avvisi di garanzia al presidente della Giunta Augusto Rollandin e a Giuseppe Tropiano, Serafino Pallù, Paolo Giunti, Matteo Gregorini, Biagio De Risi e Alessandro De Checchi

Il giorno dopo la conferenza stampa del presidente della Giunta regionale, nel quale Augusto Rollandin ha annunciato di aver ricevuto un avviso di garanzia per abuso di ufficio nell’ambito dell’inchiesta sul parcheggio pluripiano, la procura di Aosta interviene con un comunicato stampa firmato dal procuratore capo, Marilinda Mineccia, nel quale viene confermato che «l’inchiesta, relativa a tutti i lavori che hanno interessato l’ampliamento e la ristrutturazione dell’Ospedale Umberto Parini di Aosta, è giunta alla fase di conclusione delle indagini preliminari, con deposito degli atti ed avviso ai sensi dell’art. 415 bis c.p.p. – nonché contestuale informazione di garanzia a tutti gli indagati». La dottoressa Mineccia sottolinea la complessità delle indagini «per gli aspetti tecnici, l’ampiezza della documentazione e del periodo da esaminare (circa tre anni) e per la distinzione, non sempre agevole, tra illeciti penali e scelte discrezionali in sede politica-amministrativa, vicende oggetto di numerosi esposti in Procura» e spiega come le stesse siano «scaturite da intercettazioni telefoniche, ambientali e telematiche, effettuate sia nell’ambito di procedimenti iscritti presso la Procura della Repubblica di Aosta, sia nell’ambito del procedimento relativo all’indagine “Tempus Venit”, di competenza della D.D.A. della Procura della Repubblica di Torino, conclusosi con sentenza nel gennaio di quest’anno; e si sono sviluppate con attività di polizia giudiziaria, acquisizione di documenti, accertamenti di natura tecnica ed audizione di numerose persone informate sui fatti».
Il procuratore capo di Aosta riepiloga, poi, nel dettaglio le ipotesi di reato a carico dei sette indagati. «Concorso in abuso di ufficio per il presidente della Regione Augusto Rollandin, l’imprenditore Giuseppe Tropiano e l’ingegner Serafino Pallù (il secondo legale rappresentante ed il terzo socio della Société Saint Bernard s.r.l., beneficiaria del contratto) in relazione agli atti esecutivi della delibera della Giunta regionale con la quale – pur a seguito di un complesso iter politico-amministrativo caratterizzato da notevoli contrasti all’interno degli organi collegiali del Comune e della Regione Valle d’Aosta – è stato infine deciso di acquisire dal proprietario dell’area dell’ex résidence Mont Blanc (Société Saint Bernard) un parcheggio pluripiano interrato di 509 posti auto; lo strumento adottato è stato un contratto di “acquisto di cosa futura” comprendente i lavori per la realizzazione dell’opera, per un corrispettivo di 16.900.000,00 euro oltre IVA, ed è stata demandata al Presidente della Regione la sottoscrizione del contratto. Concorso in turbativa d’asta per Serafino Pallù (in qualità di progettista e direttore dei lavori dell’ex résidence Mont Blanc e, in seguito, di direttore “di fatto” dei lavori per la costruzione del tunnel di collegamento), Matteo Gregorini e Biagio De Risi (liberi professionisti componenti del raggruppamento temporaneo di operatori economici C.S.P.E. s.r.l. di Firenze, aggiudicataria dell’appalto), Alessandro De Checchi (Responsabile Unico del Procedimento di C.O.U.P. s.r.l., società a responsabilità limitata di scopo a totale partecipazione pubblica, incaricata dalla Regione alla realizzazione dell’intervento) in relazione alla gara di appalto dei “Servizi di ingegneria e architettura per la definizione ed esecuzione dei lavori di ampliamento e ristrutturazione” dell’Ospedale. Concorso in abuso di ufficio per Serafino Pallù e Alessandro De Checchi (nelle qualità sopra rispettivamente indicate), Paolo Giunti (quale Amministratore Unico di C.O.U.P. s.r.l.) e Giuseppe Tropiano (questa volta in qualità di socio e legale rappresentante della EDILSUD s.r.l., beneficiaria, nonché titolare di una quota della Société Saint Bernard s.r.l.) in relazione alla aggiudicazione del contratto relativo alla esecuzione dei lavori di costruzione del tunnel di collegamento tra il parcheggio Nord (area ex résidence Mont Blanc) e il parcheggio Sud (area piazza Caduti nei Lager Nazisti): lo strumento adottato è stata una “procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara” in assenza, nella EDILSUD s.r.l., dei requisiti tecnici necessari per la esecuzione di quella particolare tipologia di lavori».
(davide pellegrino)

Condividi

LAST NEWS