Posted on

Banche, preoccupazione sul contratto per i dipendenti di Bcc

Sulla scia dell'Abi anche Federcasse intende disdettare il contratto con conseguenze «al momento inimmaginabili»

Sulla scia dell'Abi anche Federcasse intende disdettare il contratto con conseguenze «al momento inimmaginabili»

«Federcasse dovrebbe rileggere la Carta dei valori del Credito cooperativo, da essa redatta nel 1999: forse è passato troppo tempo». É il commento di Fabi, Fiba Cisl e Fisac Cgil a proposito dell’intenzione da parte di Federcasse di disapplicare il contratto nazionale dal 1° novembre 2014.
Si è parlato di questo mercoledì pomeriggio nell’assemblea del personale dipendente della Banca di credito cooperativo valdostana che ha discusso la piattaforma per il rinnovo del Ccnl che coinvolge, a livello nazionale, quasi 400 banche e oltre 35.000 addetti.
«La trattativa si sta rivelando complicata – scrivono le Oo.Ss in una nota – e le conseguenze negative sul “sistema” credito cooperativo, sui dipendenti e su tutti i soggetti coinvolti non sono al momento immaginabili».
(re.vdanews.it)

Condividi

LAST NEWS