Posted on

Casinò: Ego Perron promette ‘verifiche’ e l’Uvp ritira una risoluzione

Casinò: Ego Perron promette ‘verifiche’ e l’Uvp ritira una risoluzione

I consiglieri del Leone rampante avevano chiesto controlli sull'operato della dirigenza per eventuali azioni disciplinari; l'assessore con delega al Casinò è d'accordo sugli approfondimenti e riferirà in Consiglio; cessate ostilità tra Uvp, Uv e Sa

L’assessore con delega al Casinò Ego Perron promette «di verificare l’operato della dirigenza della Resort&Casinò per dare risposte in Consiglio Valle» e i consiglieri dell’Union valdôtaine progressiste ritirano la risoluzione nella quale non rispolverano le dimissioni dell’amministrazione unico Luca Frigerio ma chiedevano «un’azione di responsabilità nei confronti dell’amministratore unico della società per i danni arrecati a causa del suo comportamento».
«Prendiamo come buoni i suoi propositi assessore chiediamo però una presa di posizione politica». Perron conferma la verifica sull’operato dell’amministratore delegatoe le prove di dialogo avanzato tra la maggioranza Uv e Sa e l’Uvp navigano su acque tranquille. Nell’illustrare la risoluzione il consigliere Laurent Viérin aveva sottolineato: «Se i 60 milioni di ricapitalizzazione, notizia deflagrante per la comunità, servono solo per l’autopsia della casa da gioco per poi assistere al suo funerale non ci stiamo». Mutuando una dichiarazione del capo dell’esecutivo Augusto Rollandin: «Ora non ci sono più alibi».
Ha motivato così la richiesta di ritiro della risoluzione Perron: «E’ un evento eccezionale e abbiamo l’impegno che chiediamo alla dirigenza è massimo, cercherei di avere uno sguardo sereno. Il 2014 E’ il primo anno in cui il Resort si presenta con struttura totalmente rinnovata, è da pochi anni che siamo proprietari del Billia: abbiamo rotto l’accerchiamento e un’unica regia ha permesso di avere una struttura di alto livello e, nonostante le difficoltà, segnali di rilancio si iniziano ad avvertire; certo le perdite – 21 milioni di euro – non sono una novità; gli ultimi due bilanci sono stati condizionati pesantemente dalla ristrutturazione e da scorpori che non si ripeteranno più e che hanno comportato una spesa per circa 20 milioni di euro».
(danila chenal)

Condividi

LAST NEWS

Mercato Europeo di Aosta: si alza il sipario sulla tre giorni di gusti e oggetti da 30 paesi


Taglio del nastro per l'iniziativa che che andrà in scena fino a domenica 2 ottobre in piazza...

Posted by on