Posted on

Meteo: arriva caldo anomalo africano, come nel 2003

Meteo: arriva caldo anomalo africano, come nel 2003

Aosta tra le città italiane più roventi dei prossimi giorni. I consigli su come difendersi dalla calura

Una intensa ondata di caldo africano è in arrivo sull’Italia, con punte anche di 40 gradi al Centro nord. Si tratta di un evento evento di notevole portata, paragonabile a quello avvenuto nell’estate del 2003, quando per diverse settimane l’Europa, anche del Nord, e l’Italia furono aggrediti per settimane da un caldo insopportabile.
“Per tutta la prima decade di luglio l’Italia sarà sotto la canicola – dicono gli esperti – Le aree più colpite saranno quelle del Nord, le centrali tirreniche e la Sardegna, dove nei prossimi giorni si potranno superare punte di 35-36 gradi, con picchi anche vicini ai 38-40 gradi dopo il 5 luglio. Al Sud caldo sì, ma nella norma.
Le temperature si porteranno sopra le medie del periodo anche di oltre 7-10 gradi al Centronord. Tra le città più bollenti nei prossimi giorni Aosta, Torino, Milano, Sondrio, Bolzano, Trento, Verona, Firenze, Grosseto, Roma, Nuoro. Queste località potranno raggiungere punte di 34-36 gradi se non superiori da venerdì. E punte di 32-34 gradi sono attese anche in città come Treviso, Udine, Ferrara, Bologna, Perugia, Terni, Frosinone, Benevento, Caserta, Foggia, Cosenza, Caltanissetta.
Per il meteo regionale, la situazione è di caldo anomalo. Lo zero termino è intorno ai 4100 metri al mattino e addirittura 4900 metri il pomeriggio.
“La persistenza di aria calda, unita all’aumento dell’umidità nei bassi strati favorirà, in particolare a partire da domani, martedì, l’aumento della sensazione di afa nel fondovalle della media e bassa valle centrale”, avverte il Centro funzionale della Valle d’Aosta.
I consigli per contrastare la calura
Soprattutto per bambini e anziani, sono sempre le stesse le raccomandazioni: evitare l’esposizione al sole durante le ore più calde della giornata, bere molta acqua a piccoli sorsi e non ghiacciata, evitare bevande zuccherate, gassate e alcoliche, mangiare frutta fresca.
(redazione newsvda.it)

Condividi

LAST NEWS