Posted on

Bon de Chauffage, domande dal primo agosto

Fino a 300 euro in più alle famiglie con l'indicatore della quota altimetrica e l'esposizione solare delle abitazioni

Bon de Chauffage, domande dal primo agosto

Bon de Chauffage 2017, più soldi alle famiglie.

Da domani, primo agosto, fino al 15 novembre sarà possibile presentare le domande (o le dichiarazioni) per il sostegno economico alle spese per il riscaldamento domestico delle famiglie residenti in Valle d’Aosta, comunemente conosciuto come Bon de Chauffage. 

Novità 2017

Più soldi alle famiglie. Infatti, oltre all’Isee (i contributi 2017 sono erogati nella misura massima di 400 euro a nuclei familiari con Isee fino a 17 mila euro), viene aggiunta una quota di contributo, fino a 300 euro, che sarà concessa in relazione alla quota altimetrica e all’esposizione solare delle abitazioni (periodo calcolato 1/11 – 1/4).

“L’Isee da solo non dava garanzia di parità di trattamento – spiega l’assessore regionale all’Energia e Ambiente Fabrizio Roscio -; a parità di Isee, chi vive nelle valli è più povero rispetto a chi abita pwer esempio a Donnas, nel senso che scaldare una abitazione in montagna e magari dove in inverno le ore do sole sono poche costa di più rispetto a zone di fondovalle e soleggiato. Abbiamo fatto delle simulazioni e possiamo dire che il fattore climatico aumenta il contributo alle famiglie”.

Sono 5 i milioni di euro a disposizione, mezzo milione in meno rispetto al 2016, quando però solo 2,8 milioni furono  distribuiti ai circa 8.500 beneficiari.

Come ottenere il contributo

I cittadini che non hanno beneficiato del contributo nel 2016 devono recarsi al loro comune di residenza (sportello dedicato) per la compilazione della domanda. Per quelli chde hanno beneficiato del Bon de Chauffage, invece, è possibile compilare le dichiaraziooni sul valore Isee mediante l’apposito servizio web attivato sul sito dell Regione www.regione.vda.it “oppure presso il comune di residenza in tutti i casi il cui richiedente sia nell’impossibilità di utlizzare il srvizio web”, rassicura il dirigente dell’Assessorato Mario Sorsoloni

Per chi non ha mai beneficiatop del contributo, bisogna presentare la domanda, in bollo, al proprio comune di residenza, indicando l’importo Isee comunicato dal Caf e dall’Inps. 

Per avere assistenza relativamente al servizio web c’è un numero verde – 800 610 061 – oppure ci si può rivolgere al servizio Relazioni con il Pubblico a Palazzo regionale o scrivere a [email protected].

“Fatte le verifiche, contiamo di erogare i contributi entro la fine dell’anno”, conclude l’assessore Roscio.

(l.m.)

Condividi

LAST NEWS