Posted on

Accordata una proroga di 30 giorni per gli accertamenti sulla morte di Cristina Marini

La donna morì il 17 febbraio scorso dopo essere caduta sugli sci sulla pista Aretù di Courmayeur

La donna morì il 17 febbraio scorso dopo essere caduta sugli sci sulla pista Aretù di Courmayeur

Una proroga di 30 giorni per ultimare la perizia da consegnare alla Procura della Repubblica di Aosta è stata accordata al medico legale cuneese Federico Quaranta, incaricato due mesi fa dal pm Pasquale Longarini di svolgere entro 60 giorni tutta una serie di accertamenti in merito alla morte di Cristina Marini, 46 anni di Aosta.
La donna era morta il 17 febbraio scorso all’ospedale Umberto Parini per un emotorace massivo, dopo circa 20 ore dal ricovero nel reparto di Chirurgia toracica, ricovero resosi necessario a seguito di una caduta occorsole sugli sci sulla pista Aretù di Courmayeur. Dopo il decesso erano stati iscritti nel registro degli indagati due medici dell’ospedale Umberto Parini di Aosta.
(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS