Posted on

Calcio: il Casale punito per i cori razzisti nei confronti di un giocatore del Quinci.Tava.

Calcio: il Casale punito per i cori razzisti nei confronti di un giocatore del Quinci.Tava.

La gara interna contro la Rivarolese del 24 novembre verrà giocata a porte chiuse per gli insulti a Guy François Akuku

Le tribune del glorioso Natal Palli di Casale resteranno chiuse domenica 24 novembre per il match interno dei nerostellati di Viassi contro la Rivarolese (stesso girone del P.D.H.A.). A deciderlo è stato il giudice sportivo del comitato regionale Piemonte Valle d’Aosta, che ha sanzionato pesantemente la società alessandrina per il comportamento dei suoi tifosi in occasione del match interno di domenica 10 novembre contro il Quinci.Tava. «Durante tutto il secondo tempo – si legge nel comunicato ufficiale pubblicato da poco sul sito della LND – in più occasioni un gruppo di propri sostenitori, composto di circa 40 persone, teneva comportamento discriminatorio nei confronti di un calciatore avversario di colore (il congolese Guy François Akuku, classe 1994 proveniente dalla Primavera della Reggina ndr), allorché toccava il pallone, talora sbeffeggiandolo in coro con grida scimmiesche e in altre circostanze rivolgendogli, almeno per due volte, una espressione discriminante di forte contenuto razzista, “negro di merda”. Il tutto veniva percepito distintamente dai presenti».
«E’ stato un brutto episodio in una domenica per noi storica, nella quale una piccola società come la nostra ha giocato su un palcoscenico importante come il Natal Palli – commenta il direttore sportivo del Quinci.Tava. Gregorio Vacchiero -. La colpa è dei soliti idioti che non perdono occasione per dimostrare la loro ignoranza, ma la società Casale si è comportata molto bene e appena finita la partita i dirigenti si sono recati da Akuku per porgergli le loro scuse».
(d.p.)

Condividi

LAST NEWS