Posted on

Agricoltura, Caseus Montanus chiede chiarezza sui contibuti

Se entro il 31 marzo non perverrà un provvedimento specifico gli organismi pagatori riprenderanno l'ordinaria attività di erogazione

Se entro il 31 marzo non perverrà un provvedimento specifico gli organismi pagatori riprenderanno l'ordinaria attività di erogazione

Sulla vicenda dei contributi sulla Pac 2007/2013 che vede circa 1.200 domande bloccate per l’inchiesta della guardia di finanza, interviene Caseus Montanus.
L’associazione sottolinea come la sospensione «se non si traduce in breve tempo nella formulazione di specifiche violazioni, non può continuare a sussistere».
La protesta dei produttori agricoli minaccia di evolvere in contenziosi legali, per scongiurare questa eventualità gli organismi pagatori, compreso quello nazionale, Agea, hanno chiesto di poter riprendere le attività di erogazione dei contributi, procedendo in via successiva alle verifiche documentali e all’avvio dei conseguenti procedimenti.
In conclusione gli organismi pagatori confermano «in questa fase di incertezza operativa derivante da mancate risposte, la sospensione di qualsiasi attività di erogazione fino al 31 marzo 2014 in attesa di eventuali specifici provvedimenti di blocco dei pagamenti, emessi dall’autorità giudiziaria».
«Se entro tale data – si legge ancora nella nota – non perverrà nessun provvedimento, gli organismi pagatori riprenderanno le ordinarie attività di erogazione».
Gli enti pagatori confermano la loro disponibilità a collaborare con gli organi di polizia giudiziaria per chiarire le singole posizioni e il supporto per eventuali recuperi di somme indebitamente percepite.
(re.vdanews.it)

Condividi

LAST NEWS