Posted on

Consiglio Valle: approvato il Piano triennale casa per 13 milioni di euro

Consiglio Valle: approvato il Piano triennale casa per 13 milioni di euro

Il documento di programmazione è passato con l'astensione delle forze di opposizione

Approvato con 18 voti a favore (Uv e Sa) e 16 astenuti (UVP, Alpe, PD-SVdA e M5S) ha approvato il Piano triennale 2014-2016 per l’edilizia residenziale, che prevede uno stanziamento di 13 milioni 150 mila euro per il prossimo triennio. Tra le misure approvate il sostegno alle locazioni (si è passati dalle 1379 domande del 2006 alle 3300 del 2013I, gli interventi di manutenzione e ristrutturazione delle case popolari e il recupero di edifici pubblici per incrementare il numero di alloggi e i contributi a fondo perso per il recupero di alloggi da destinare al mercato della locazione privata a un canone convenzionato. Sono concessi mutui a tasso agevolato per l’acquisto della prima abitazione – i finanziamenti vanno da un minimo di 90 mila ad una massimo di 120 mila euro – e per gli interventi di recupero di fabbricati siti nei centri storici. Per l’emergenza abitativa, si confermano per il triennio le azioni finalizzate a dare risposta temporanea a situazioni derivanti da disagio sociale o sanitario. Il Piano fornisce poi una serie di dati sul fabbisogno abitativo. Dal quadro emerge che al 31 dicembre 2012, il patrimonio di edilizia residenziale pubblica è costituito da 1590 alloggi, di cui 837 di proprietà dei Comuni e 753 dell’Arer (80 sfitti di cui 68 in Aosta). Per quanto riguarda il sostegno alle locazioni, sono state ammesse a beneficio 2935 domande relative al bando 2013 i cui contributi non sono ancora stati liquidati. Riguardo poi al mutuo prima casa, dal 2010 al 26 marzo 2013, sono state finanziate 1481 domande (su 1596 presentate), di cui 1019 per l’acquisto, 92 per la costruzione e 370 per il recupero, per un totale pari a 117 milioni 68 mila euro. In tema di emergenza abitativa, la Commissione regionale per le politiche abitative ha esaminato 166 domande (96 ammesse) nel 2010, 180 (92 ammesse) nel 2011, 207 (111 ammesse) nel 2012, 254 (130 ammesse) nel 2013. Il contributo concesso a diversi Comuni a copertura dell’80 per cento dell’onere sostenuto è stato di 256 mila euro per 114 domande (di cui 52 ad Aosta) nel 2012 e di 324 mila euro per 158 domande (di cui 50 ad Aosta) per il 2013.
Nell’illustrare i dati, l’Assessore all’edilizia residenziale pubblica, Mauro Baccega, ha evidenziato: «Tra gli obiettivi del Piano, rientrano il programmare le azioni e il definire le linee di indirizzo per limitare disagio abitativo, in particolare per le famiglie meno abbienti. Successivamente alla sua approvazione, passeremo alla fase attuativa, con l’elaborazione del piano operativo annuale, che consentirà eventualmente di modificare, a seconda delle esigenze che si manifesteranno, le percentuali degli interventi nei vari settori Ad esempio, nel 2015 si potrà prevedere un incremento di risorse per gli interventi di edilizia convenzionata, che al momento ha registrato un calo di richieste. Tra gli aspetti significativi di questo piano c’è da segnalare il fatto che concederà risorse ai Comuni»

Condividi

LAST NEWS