Posted on

Giro della Valle d’Aosta: al Breuil vince Senni, staffetta colombiana per la maglia gialla

Giro della Valle d’Aosta: al Breuil vince Senni, staffetta colombiana per la maglia gialla

Il romagnolo della Colpack si aggiudica il tappone, Bernardo Suaza Arango sfila il simbolo del primato al connazionale Diego Ochoa; domani la corsa si trasferisce in Svizzera con la Martigny-Les Marécottes

Primo acuto italiano al 51° Giro della Valle d’Aosta, con la vittoria al Breuil di Manuel Senni della Colpack (lo sprint vincente nella foto di Alexis Courthoud), ma il Petit Tour continua a parla colombiano. Dopo il “tappone” Valtournenche-Valtournenche la maglia gialla è finita sulle spalle di Bernardo Suaza Arango della 4-72 Colombia, compagno di squadra del connazionale Diego Ochoa, vincitore del prologo a cronometro di ieri.
La prima frazione in linea si è animata dopo 30 chilometri, ovvero al termine della discesa, con una fuga di 22 uomini, che vengono riassorbiti dal gruppo nella salita prima del Pantaleone. Dopo lo scollinamento, Iuri Filosi della Team Colpack prova l’impresa, allungando in discesa e restando al comando fino a pochi chilometri dall’arrivo, quando viene ripreso da un gruppetto di quindici uomini, uscito alle sue spalle durante l’ascesa verso il Breuil. Nel finale vanno via in cinque e a regolare il drappello dei contrattaccanti è Manuel Senni della Team Colpack, davanti al compagno di squadra Giulio Ciccone e al russo Matvey Mamikin con il tempo di 4h49’19”. «Sono venuto qui per vincere – ha spiegato Senni dopo il trionfo -; questo successo non è inaspettato».
La classifica generale vede Bernardo Suaza Arango al comando con 4h58’36”, seguito a 22″ da Giulio Ciccone (leader della graduatoria del GPM) e a 24″ da Edward Ravasi; quarto a 28″ Manuel Senni (che veste la maglia bianca della classifica a punti), quinto il norvegese Odd Christian Eiking a 38″. «Oggi dovevo aiutare Ochoa, ma visto che lui non era in forma sono andato io davanti – ha commentato la nuova maglia gialla -. Per noi l’importante è il risultato di squadra: siamo tutti scalatori dello stesso livello». La maglia rossa degli Sprint Cash è di Marco Chianese.
Domani la carovana si trasferisce in Svizzera per la seconda tappa, la Martigny-Les Marécottes di 120 chilometri con arrivo in salita.
(simone nigrisoli)

Condividi

LAST NEWS