Posted on

Valle d’Aosta Booking, in un mese prenotazioni per 94 mila euro

Valle d’Aosta Booking, in un mese prenotazioni per 94 mila euro

L'Adava ha illustrato la nuova piattaforma nata dall'accordo trilaterale con Federalberghi e Regione; circa 300 al momento le adesioni degli albergatori

Nessuna commissione per l’albergatore che aderisce gratuitamente, e decide autonomamente le condizioni di pagamento per le proprie camere, e nessun conto per l’utente che effettua la prenotazione.
Il sistema di prenotazione online voluto fortemente dagli albergatori valdostani a partire dal 2010 ha oggi fatto «un gigantesco passo avanti», sottolinea il presidente Adava Alessandro Cavaliere, con il passaggio sulla piattaforma di Federalberghi e l’accordo trilaterale siglato lo scorso ottobre con la federazione e l’amministrazione regionale.
Dal 12 gennaio il Valle d’Aosta Booking è transitato sulla nuova piattaforma che si appoggia a una rete nazionale, a costo zero per gli imprenditori valdostani, e che in poco più di un mese ha già registrato 94 mila euro di prenotazioni effettuate.
Al momento sono circa 300 i titolari di alberghi che hanno aderito, su un totale di 580 alberghi e circa mille strutture operative in Valle d’Aosta, ma, grazie alla formazione molto approfondita fatta sul territorio in questi mesi, Adava ritiene che il numero possa aumentare.
«Non si tratta di un progetto concorrente con le grandi ammiraglie delle prenotazioni online – precisa l’assessore regionale al turismo Aurelio Marguerettaz – ma un progetto che mira a far crescere i nostri albergatori e a rispondere alle esigenze più puntuali dei nostri ospiti».
Non solo prenotazioni, grazie al VdA Booking, la cui maschera di prenotazione si trova su tutte le pagine del sito del turismo www.lovevda.it, ma anche sui siti di altri enti, come per esempio il Forte di Bard o le aziende di impianti a fune, ma un vero e proprio portale su cui si potranno acquistare pacchetti turistici completi: dalla camera d’albergo allo ski pass alla lezione con il maestro di sci, fino al biglietto per il museo. «È il punto di partenza per qualcosa di molto più ambizioso» sottolinea Cavaliere.
Si tratta di un’operazione che consente a tutta la ricettività valdostana di essere prenotabile on line, sistema utilizzato da circa il 60% dei viaggiatori, e agli uffici del turismo di fornire un servizio di accoglienza e assistenza professionale.
L’adesione al VdA Booking inoltre permette di interfacciarsi anche con altri sistemi di prenotazione che gli albergatori stanno già usando.
In foto da sinistra il presidente di Federalberghi Alessandro Nucara, il presidente Adava Alessandro Cavaliere, l’assessore Aurelio Marguerettaz e la direttrice dell’Office du Tourisme Miriana Detti
(erika david)

Condividi

LAST NEWS