Posted on

Furto della cassaforte alla Pila Spa, ritrovato a Plan Félinaz il Land Rover utilizzato dai ladri per la fuga

Furto della cassaforte alla Pila Spa, ritrovato a Plan Félinaz il Land Rover utilizzato dai ladri per la fuga

Il fuoristrada è già stato restituito alla società; il 'colpo' perpetrato la notte scorsa ha fruttato alla banda - tuttora ricercata - 10 mila euro; tante le analogie con il maxi furto di una settimana fa alla Monterosa Ski

Sono entrati in azione nel cuore della notte, sfruttando il buio e le strade a quell’ora deserte. Senza faticare troppo si sono introdotti negli uffici, asportando dal loro interno una cassaforte – dal peso di circa quattro quintali – che è stata poi caricata sul cassone di un Land Rover rubato poco più in là, nel parcheggio in cui sono presenti altri veicoli di servizio.
A quel punto si sono dati alla fuga, guadagnando il fondo valle a bordo dello stesso Land Rover su cui era stato caricato il bottino del ‘colpo’, presumibilmente scortato da una ‘staffetta’, prima di abbandonare il fuoristrada nei pressi del campo sportivo ‘Guido Saba’ di Plan Félinaz, a Charvensod. Il Land Rover è stato ritrovato nel pomeriggio, anche se al momento non c’è traccia né dei ladri né della cassaforte.
E’ stato un ‘colpo’ fotocopia di quello della settimana scorsa, perpetrato nella notte tra il 27 e il 28 agosto negli uffici della Monterosa Ski a Champoluc, nella val d’Ayas, quello compiuto la notte scorsa da una banda di malviventi tuttora ricercata dai carabinieri di Aosta, entrata in azione negli uffici della società Pila Spa presenti all’interno della stazione di arrivo della telecabina Aosta-Pila.
Al momento i ladri paiono letteralmente volatilizzati, così come la cassaforte con dentro 10 mila euro.
Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli inquirenti, la banda – che più elementi farebbero indurre essere la stessa entrata in azione a Champoluc la settimana scorsa, che poi abbandonò la cassaforte vuota nelle acque del torrente Evançon a Brusson e il pick-up utilizzato per la fuga in località Bourg di Montjovet, sotto al cavalcavia dell’autostrada – sarebbe riuscita a trasportare all’esterno degli uffici della Pila Spa la cassaforte grazie ad alcuni tronchi a sezione circolare divelti dalla staccionata davanti alla biglietteria, per poi caricarla sul Land Rover e darsi alla fuga, non prima di aver fatto ‘una puntata’ anche alla vicina stazione di partenza della seggiovia di Chamolé e al bar ristorante accanto, da dove sono stati rubati rispettivamente 150 e 200 euro del fondo cassa.
Il fuoristrada ritrovato a Plan Félinaz, dopo i rilievi del caso da parte dei militari dell’Arma dei carabinieri, è già stato restituito alla società Pila Spa.
(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS