Pubblicato il

Protezione Civile: Meroi direttore, scoppia la polemica

Protezione Civile: Meroi direttore, scoppia la polemica

La Presidenza della Regione ha riorganizzato la struttura, creando il nuovo Dipartimento Protezione Civile e Vigili del Fuoco

Silvano Meroi, ingegnere aeronautico di Gignod classe 1955, già direttore della Protezione Civile valdostana dal 2003 al 2008 e fino a pochi giorni fa direttore Generale dell’Ufficio Rischi idrogeologici e antropici (uno dei sette direttori generali del Dipartimento nazionale di Protezione Civile) è il nuovo Capo della Protezione Civile regionale. Pio Porretta – che ricopre attualmente l’incarico – è stato invece designato quale comandante del Corpo valdostano dei Vigili del Fuoco. Suo vice sarà l’attuale comandante Salvatore Coriale.
La presidenza della Regione ha ridefinito la struttura organizzativa per giungere a rafforzare il sistema di protezione civile e del soccorso pubblico valdostano, creando il Dipartimento Protezione Civile e Vigili del fuoco, al quale è preposto il Capo della Protezione Civile, «per un miglior coordinamento delle azioni di emergenza e nel quale è stato inglobato anche il Centro funzionale regionale» – scrive la Presidenza in una nota.
Sulla creazione del Dipartimento, si è alzata la voce critica del Movimento 5 stelle che parla di «colpo di mano di Rollandin» per non aver coinvolto il Consiglio Valle nella decisione di ridefinire la struttura organizzativa e creare il nuovo Dipartimento.
Molto critica anche la voce della segreteria regionale del Sindacato Autonomo Vigili del fuoco che parla di una «inspiegabile decisione che sminuisce i vigili del fuoco», ribadendo la contrarietà e lo stupore alla decisione adottata dall’amministrazione regionale. Secondo quanto spiegato in una nota del segretario regionale Conapo Simone Oliveri, «è inaccettabile che il Corpo Valdostano dei Vigili del Fuoco sarà a tutti gli effetti sott’ordinato al Capo della Protezione Civile, fatto che indiscutibilmente creerà motivo di tensione, incomprensioni e confusione, con evidenti ricadute negative sull’attività svolta a favore della popolazione. Sino a oggi – prosegue Oliveri – il Comandante del Corpo valdostano dei vigili del fuoco sostituiva il capo della protezione civile in caso di assenza, ma non viceversa, chiaro ed esplicito riconoscimento di maggiori capacità e competenze al comandante dei vigili del fuoco; è noto infatti che i vigili del fuoco hanno competenza in materia di protezione civile, mentre la protezione civile non ha alcuna competenza in materia di soccorso pubblico e antincendio».
Nella foto, l’ingegner Silvano Meroi, neo Capo della Protezione Civile regionale.
(c.t.)

Condividi

ULTIME NEWS