Posted on

Tor des Géants: Galeati prende subito la testa

Tor des Géants: Galeati prende subito la testa

Il bolognese - secondo nel 2015 - al comando, ma nelle posizioni di vertice regna un grande equilibrio; ritiri eccellenti dell'irlandese Dan Doherty e della svizzera Denise Zimmermann

Un grande, grandissimo equilibrio. Questa, almeno, la sensazione destata dalla prima giornata della settima edizione del Tor des Géants, maratona sulle due alte vie della Valle d’Aosta – scattata alle 10 di ieri, domenica – baciata finora dal sole. In un simile contesto, che ha visto presentarsi al via poco meno di 800 concorrenti, il vice campione 2015, l’emiliano Gianluca Galeati (in foto salutato sul percorso dal valdostano Fabrizio Roux), ha preso il comando delle operazioni praticamente sin da subito, transitando ai diversi punti di controllo – e alla prima base vita di Valgrisenche – con una decina di minuti di vantaggio sui suoi più immediati inseguitori. Alle 21.03 di ieri, Galeati è passato a Rhêmes – dopo avere già scalato il Col Arp, il Passo Alto, il Col Crosatie e il Col Fenêtre – con 12′ di margine sul bolzanino Alexander Rabensteiner, sul transalpino Nahuel Passerat e sul bergamasco Oliviero Bosatelli, con il canadese Eric Breton – attardato di appena 17′ dalla vetta – a capitanare un piuttosto folto gruppo di inseguitori, tra i quali figurano pure il vincitore 2012, Oscar Perez (8°) e l’altro iberico con velleità di classifica Pablo Criado Toca (9°). Insomma, se si considera che a Rhêmes i concorrenti erano in gara ormai da più di 11 ore, i primi sono racchiusi letteralmente in un fazzoletto, anche se Galeati alla mezzanotte viaggiava con una buona mezz’ora di vantaggio sui rivali più vicini. Per quanto riguarda i valdostani, Marco Béthaz è transitato a Rhêmes alle 22.59 in 29ª posizione assoluta, 4′ in meno della guardaparco di Ceresole Reale – ma tesserata per l’Atletica Monterosa – Raffaella Miravalle, 2ª donna alle spalle di Lisa Borzani, passata a Rhêmes alle 22.30, dopo il ritiro eccellente della svizzera Denise Zimmermann (al maschile invece a dare forfait in serata è stato l’irlandese Dan Doherty). Ricordando che il tempo massimo è stato fissato in 150 ore, quindi gli ultimi concorrenti a Courmayeur sono attesi alle 16 di sabato, alla mezzanotte i ritirati erano 40. Su Gazzetta Matin in edicola lunedì 12 settembre, uno speciale sull’inizio del Tor des Géants e sulla fine del 4K. (pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS