Pubblicato il

S.S. 26, il Tar stoppa il progetto di riqualificazione tra Quart e Saint-Christophe

S.S. 26, il Tar stoppa il progetto di riqualificazione tra Quart e Saint-Christophe

Annullato il provvedimento dell'Anas di approvazione del progetto esecutivo

La riqualificazione della S.S. 26 tra Quart e Saint-Christophe subisce una battuta d’arresto. A intimare l’alt è stato il Tar della Valle d’Aosta che ha annullato il provvedimento con cui il condirettore generale dell’Anas aveva approvato il progetto esecutivo dei lavori per riqualificare la S.S. 26, tra lo svincolo autostradale di Quart e il confine est di Aosta.
A presentare ricorso è stata la Black Oils SpA, soggetta all’esproprio di un terreno dell’Hotel Alp, di fronte all’aeroporto Corrado Gex (foto). La holding è legata alla famiglia Costantino – che con Mario Maria amministra Air Vallée dopo la morte del figlio Michele – società che per la gestione del Corrado Gex ha in Oltre 7 mila metri quadrati del campo pratica di golf in disuso all’esterno dell’albergo di Saint-Christophe sono interessati dall’allargamento del tratto stradale e dalla costruzione di una nuova rotonda.
I giudici amministrativi hanno accolto in particolare due motivi del ricorso (l’atto impugnato davanti al Tar è del 30 giugno 2014) della Black Oils SpA: uno riguarda la violazione della normativa regionale che prescrive di sottoporre alla valutazione d’impatto ambientale progetti per strade più lunghe di un chilometro (il tratto in esame è di 2,45 km), l’altro la mancata valutazione del rischio archeologico.
Il progetto di riqualificazione della strada statale 26 prevede, tra l’altro, quattro passaggi pedonali, uno spartitraffico che incrementerà la sicurezza, marciapiedi e passerelle, di cui una ciclabile, oltre a 500 nuovi posti auto.
(re.newsvda.it)

Condividi

ULTIME NEWS

Condividi

Condividi

Condividi

Condividi

Condividi

Condividi