Pubblicato il

Fondi per i bambini ammalati, ma era una truffa

Un aostano di 57 anni indagato per truffa pluriaggravata e continuata e sostituzione di persona; si presentava come Claudio Galeazzi

Un aostano di 57 anni indagato per truffa pluriaggravata e continuata e sostituzione di persona; si presentava come Claudio Galeazzi

Si presentava con lo pseudonimo Claudio Galeazzi e chiedeva soldi da destinare alla fantomatica associazione Spiga di cui era referente, impegnato ad aiutare i bambini malati di neuroblastoma. Ma C.B., 57 anni, residente ad Aosta non è che un truffatore che in poche settimane ha truffato decine di negozianti del centro e un centinaio di residenti, raggranellando oltre 10 mila euro. C.B. mostrava un falso documento che attestava la sua appartenenza al sodalizio, inesistente sul territorio nazionale e che nulla ha a che vedere con l’associazione italiana per la lotta al Neuroblastoma onlus. Gli uomini della Squadra Mobile, dopo una complessa e articolata indagine lo hanno scovato e denunciato in stato di libertà per truffa aggravata, continuata e sostituzione di persona.
Sono in corso ulteriori indagini per identificare altri soggetti truffati; i cittadini che hanno sottoscritto adesioni al sodalizio o hanno versato del denaro sono invitati a comunicarlo in questura.
(c.t.)

Condividi

ULTIME NEWS