Posted on

Quel gioco diventato reato; baby spacciatori nei boschi della Valle del Lys

Quel gioco diventato reato; baby spacciatori nei boschi della Valle del Lys

La donna arrestata è una madre di 46 anni; il marito all'oscuro di tutto

E’ una quarantaseienne residente a Gaby la donna arrestata dai carabinieri con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e che – è emerso dalle indagini – si serviva del figlio neppure quattordicenne per smerciare piccole quantità di droga a giovani e giovanissimi studenti. Con madre e figlio vive anche il marito che, hanno spiegato i militari dell’Arma durante la conferenza stampa di oggi, era all’oscuro dell’attività di entrambi. La donna si trova ora in carcere a Torino.
I cinque giovani denunciati, tra i quali una ragazza, frequentano le scuole medie di Gressoney e le superiori di Pont-Saint-Martin, strutture ‘’estranee all’attività di spaccio’’, ha precisato il tenente colonnello Cesare Lenti. Il consumo, spesso di gruppo, e la vendita, avvenivano infatti nelle case e nei vicini boschi della vallata. Dagli interrogatori è emerso che per i cinque l’attività di spaccio era presa ‘’come un gioco, che però si è tramutato in reato’’, ha spiegato il capitano Enzo Molinari, al comando della Compagnia di Chatillon e Saint-Vincent. E ‘’neanche la donna – ha aggiunto – si era subito resa conto dell’accaduto’’. A rifornirla era un valdostano, anche lui denunciato.
Le indagini hanno preso il via ad ottobre con un’attività informativa a cui sono seguiti gli interrogatori in caserma. I carabinieri si sono confrontati con l’iniziale stupore di molti dei genitori che accompagnavano i figli minorenni. ‘’Da parte di tutti – hanno sottolineato i militari – c’è stata collaborazione’’. L’arresto è seguito alle perquisizioni domiciliari, con quali sono state rinvenuti venti grammi di hashish, un grammo di cocaina ed oltre cinquecento semi di marijuana.
(thierry pronesti)

Condividi

LAST NEWS
Consiglio Aosta: solidarietà ai lavoratori della Cogne, ma solo da minoranze e Luciano Boccazzi

Consiglio Aosta: solidarietà ai lavoratori della Cogne, ma solo da minoranze e Luciano Boccazzi


Bocciato l'ordine del giorno presentato dalla Lega: della maggioranza vota a favore solamente il...

Posted by on