Posted on

Ex postina condannata per peculato

Michela Savigni - dal novembre 2010 all'ottobre 2011 - si è impossessata indebitamente di circa 2.500 euro tra pagamenti in contrassegno e versamenti in contante

Michela Savigni - dal novembre 2010 all'ottobre 2011 - si è impossessata indebitamente di circa 2.500 euro tra pagamenti in contrassegno e versamenti in contante

Michela Savigni, 48 anni di Aosta, è stata condannata dal Tribunale collegiale di Aosta a tre anni e tre mesi di reclusione per peculato: la donna si è appropriata di circa 2.500 euro non versando nelle casse degli uffici postali pagamenti in contrassegno e versamenti in contante (cifra che sta già risarcendo a rate ai legittimi proprietari). Dipendente fino al marzo del 2012 di Poste italiane, all’epoca dei fatti contestati – dal novembre del 2010 all’ottobre del 2011 – Michela Savigni ha lavorato negli uffici postali di Valsavarenche e Nus. E’ stata inoltre interdetta dai pubblici uffici per cinque anni e il Tribunale ha dichiarato estinto il suo rapporto di lavoro con Poste italiane.
L’avvocato difensore Federico Fornoni del foro di Aosta ha annunciato il ricorso in Appello: «La pena non è commisurata rispetto alla reale entità del fatto e all’avvenuta restituzione del denaro», ha dichiarato all’uscita dall’aula.
(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS