Posted on

Aosta: impianto comunale di via Mazzini chiuso, tennisti infuriati

Aosta: impianto comunale di via Mazzini chiuso, tennisti infuriati

Situazione complicata anche per il maneggio di regione Tzambarlet: il Tar si pronuncerà il 16 maggio

Resterà chiuso 7-10 giorni il tennis di piazza Mazzini.
La decisione fa infuriare i soci del CT Aosta e tutti coloro che frequentano l’impianto. Il 30 aprile è scaduta la concessione al Crer che ha chiesto e ottenuto una sorta di proroga fino a fine anno. Peccato, che non si tratti di una proroga tout court, ma di una nuova procedura che prevede tempi di verifica dei requisiti, esattamente come quando il Crer si candidò alla conduzione della struttura e si aggiudicò l’appalto. Ma i tempi della burocrazia sono ben distanti da quelli dei cittadini e così in attesa di essere dichiarato ‘conforme’, il tennis è chiuso. Sabato mattina sono addirittura intervenuti gli agenti di polizia locale, intimando la chiusura della struttura.
Non va meglio al maneggio, dove è guerra di carte bollate e di ricorsi tra il vecchio gestore e il circolo che si è aggiudicato l’appalto sino a giugno 2014. I dettagli e le interviste sul numero di Gazzetta in edicola lunedì 6 maggio.
Nella foto, l’ingresso sbarrato del tennis di via Mazzini.
(cinzia timpano)

Condividi

LAST NEWS
Sci alpino: Guglielmo Bosca nono a Cortina, vince il solito Odermatt
Guglielmo Bosca in azione a Cortina (foto Gabriele Facciotti/Pentaphoto)

Sci alpino: Guglielmo Bosca nono a Cortina, vince il solito Odermatt


Nel secondo superg sull'Olympia delle Tofane è grande Italia. Imbattibile lo svizzero, gli azzurri...

Posted by on