Posted on

«Innovazione di assoluto rilievo in Europa»: il Piano triennale per la riduzione dei rifiuti presentato come buona pratica a un importante convegno in Bulgaria

«Innovazione di assoluto rilievo in Europa»: il Piano triennale per la riduzione dei rifiuti presentato come buona pratica a un importante convegno in Bulgaria

Al 'Save the planet - international Eco Forum', l'esempio della Valle d'Aosta in tema di riduzione, riciclo e riuso dei rifiuti

Il Programma Triennale per la riduzione dei rifiuti 2011-2013 della nostra regione sarà presentato al Save the Planet – internationale Eco Forum, l’importante convegno europeo che si terrà a Sofia, in Bulgaria e che dal 29 al 31 maggio metterà a confronto i massimi esperti a livello europeo nel campo della sostenibilità ambientale e della gestione dei rifiuti.
Il programma regionale verrà presentato come case history durante la sessione di mercoledì 29 maggio che ha per tema ‘come preparare un buon piano per la riduzione dei rifiuti, il riuso e il riciclo’; tra i relatori ci sarà anche il professor Paul Connett, ideatore della strategia ‘rifiuti zero’.
L’evento è organizzato da Acr+, l’associazione delle città e regioni per il riciclo e lo sviluppo sostenibile e Iswa, international solid waste association. Il piano regionale ha promosso e promuove campagne di comunicazione con strumenti e materiali che vogliono sensibilizzare i cittadini ma anche accordi di programma finalizzati alla riduzione dei rifiuti con associazioni, enti oltre che interventi nelle scuole e tra i giovani, convegni e incontri per condividere percorsi virtuosi. Il programma triennale che sarà presentato nell’ambito dell’International Eco Forum è promosso con la collaborazione dell’associazione temporanea di imprese che si è aggiudicata l’incarico ed è composta da Achab Group, Corintea e cooperativa Erica. «Quando è stato definito il programma del convegno e abbiamo deciso di dedicare una sessione ai piani di riduzione dei rifiuti è stato naturale pensare al Piano triennale della Regione Valle d’Aosta – ha spiegato Roberto Cavallo, membro del cda di Acr+ e del comitato tecnico-scientifico di Iswa – questo perchè il piano realizzato dall’assessorato all’Ambiente in questi anni rappresenta un esempio di innovazione di assoluto rilievo, non solo a livello nazionale ma anche europeo».
In foto, l’esperto di rifiuti Roberto Cavallo.
(c.t.)

Condividi

LAST NEWS