Posted on

Il parco del Mont Avic si prepara a una grande estate

Il parco del Mont Avic si prepara a una grande estate

Dagli eventi alla mobilità sostenibile, tante le idee per l'ulteriore rilancio dell'area protetta

Un video promozionale, girato in full hd, ricco di riprese aeree e scorci suggestivi, destinato al web. Con questa novità il Parco Naturale del Mont Avic si appresta ad affrontare un’estate ricca di avvenimenti e progetti di sviluppo futuro. Da “E..state in famiglia” (per attirare un target decisivo con l’appoggio dell’Office Régional du Tourisme), passando per le anteprime di Filmontagna e gli Open Day Natura, per approdare al “Progetto di ricerca sulla Lepre variabile” e alle numerose passeggiate “A piedi nel parco”, è tanto l’arrosto messo sul fuoco della stagione estiva del parco naturale, con i suoi 5700 ettari che si estendono nelle vallate di Chalamy e Dondena, nei comuni di Champdepraz e Champorcher.
Ma non è tutto, perché come ricorda il direttore Massimo Bocca, il Parco punterà forte sulla mobilità sostenibile, costituita dalle e-bike nel punto informazioni di località Vignat a Champorcher e dal Trekbus Giroparchi, servizio di trasporto a chiamata che serve la vallata dal lato di Champdepraz al costo di un solo euro.
Il presidente dell’Ente Parco, Corrado Binel, riserva per la conclusione della conferenza stampa di presentazione l’ultima chicca: un progetto che, tramite i possibili finanziamenti del Gal Bassa Valle, porterà alla creazione di tre percorsi di scoperta del Parco, ognuno dei quali metterà in evidenza diverse sfaccettature.
in foto il direttore Massimo Bocca, il presidente Corrado Binel ed Enzio Sanguinetti.
(al.bi.)

Condividi

LAST NEWS