Posted on

Università: «Tra agosto e settembre gara d’appalto europea per il primo lotto»

Università: «Tra agosto e settembre gara d’appalto europea per il primo lotto»

Il sindaco di Aosta sul futuro: «24 milioni sono sicuri e senza tagli»

«Riferirò periodicamente dell’avanzamento dei lavori, ma non sono esegeta del pensiero presidenziale, per cui non posso sapere se quanto detto nell’intervista sia ancora valido». Questa la prima replica del sindaco di Aosta, Bruno Giordano, alla mozione presentata da partito democratico e partito socialista, in merito al futuro dell’Università e della Caserma Testafochi in seguito, come precisa Fabio Platania, «all’intervista rilasciata dal Presidente della Regione, Augusto Rollandin, in cui si dichiarava di voler stornare fondi dal progetto di realizzazione dello studentato per intervenire su capitoli di spesa più urgenti, visto il momento di crisi. A questo punto andrebbe avviata una concertazione, vista la maggioranza non più monolitica in Regione; il Comune deve prendere posizione su una cosa così importante». «Vista la mia posizione interna al CdA riferirò sugli intendimenti della Regione – conferma il primo cittadino -. Per ora, si piuò dire che, come ben si sa, visto il contesto di crisi generale, si è deciso di procedere per lotti. Il primo, da 24 milioni e 92 mila euro, è totalmente finanziato e non ha subito tagli, tanto che il cantiere nel Quartiere Cogne è in fase di allestimento. Questi fondi sono sicuri e, tra agosto e settembre, si procederà a una gara d’appalto di rilevanza europea. Il termine dei lavori è previsto dopo 42 mesi, in accordo con il cronoprogramma che va da febbraio 2014 a febbraio 2017. Comunque voglio sfatare il mito che non si stia facendo niente. Comprese le “piccole opere”, ci sono quindici cantieri aperti in città; stiamo cercando di tenere l’ordinario e dare anche risposte in tema di grandi opere».
(al.bi.)

Condividi

LAST NEWS