Posted on

Consiglio Valle, l’assessore Testolin: sui cantieri forestali regionali non si torna indietro

Consiglio Valle, l’assessore Testolin: sui cantieri forestali regionali non si torna indietro

Respinta una risoluzione delle minoranze che ne chiedevano una parziale riapertura

Resta l’esternalizzazione dei cantieri forestali un tempo gestiti dall’amministrazione regionale. Il governo Uv-Sa ha respinto una risoluzione di Alpe, M5S, Pd-Sinistra VdA e Uvp che prevedeva una loro parziale riapertura.
«La decisione di non assumere gli operai idraulico forestali – 650 lasciati a casa – è politica e non dettata da esigenze normative e la Corte costituzionale ha ribadito che la Valle d’Aosta non era tenuta all’esternalizzazione». Così Alessandro Nogara (Uvp) che sui forestali è tornato alla carica nel pomeriggio in Consiglio Valle. «Oltre ad avere creato disagi sociali è a rischio anche la manutenzione corretta del territorio», ha sottolineato, snocciolando le incongruenze nei cantieri e chiedendo di riaprire almeno in parte i cantieri forestali.
Nel rispondere l’assessore all’Agricoltura Renzo Testolin ha motivato così il non accoglimento della risoluzione: «Ho ascoltato con attenzione gli interventi e non c’è mai niente che cade nel vuoto ma bisogna fare i conti con gli equilibri di bilancio; c’è un’attenzione dell’amministrazione verso i lavori in bosco che sono particolari e delicati e per questo ci sono i forestali a tempo indeterminato sul campo. Un tempo i cantieri rappresentavano una risposta sociale ma oggi le risorse sono dimezzate e comunque le esternalizzazioni – 110 interventi sul territorio- hanno dato lavoro a quasi 250 persone della lista. Molti si sono riconvertiti altri hanno trovato un posto nelle ditte che hanno operato sul territorio. Ci sarà una scrematura delle ditte che apriranno i cantieri l’anno prossimo».
(da.ch.)

Condividi

LAST NEWS