Pubblicato il

Torgnon: il futuro del segretario Glarey nelle mani del sindaco Machet

Torgnon: il futuro del segretario Glarey nelle mani del sindaco Machet

Sarà il primo cittadino a decidere se accettare o respingere la lettera di remissione dell'incarico

Sulla remissione del mandato del segretario del Comune di Torgnon Alexandre Glarey sarà il sindaco Cristina Machet a decidere se accettare le dimissioni o respingerle. E’ quanto emerso dal consiglio comunale fiume di oggi. Alla fine del dibattito sulla questione che il primo cittadino aveva definito «una presa di posizione ideologica» Glarey si è manifestato possibilista sulla sua permanenza sottolineando come «il contesto è semplificato dall’abbandono della carica di assessore da parte di Davide Perrin (auto sospeso all’inizio dei lavori ndr)». Glarey aveva prima illustrato le ragioni del suo gesto.
«Prima dell’auto sospensione la situazione era eccezionale» dice, chiarisce «non sono mai stato iscritto a un partito ma non trovo vergognoso che qualcuno lo sia» e aggiunge: «io non ho mai nascosto i miei ideali ma cerco di avere un ruolo super partes». Annuncia, confermando la stima verso il primo cittadino: «E’ stata una scelta sofferta e fin che resterò al mio posto lavorerò nell’interesse della comunità».
Il Consiglio ha preso atto delle dimissioni del vicesindaco Ivo Perrin, che non può essere surrogato, ed è iniziato il dibatto sul bilancio di previsione per il 2014 che pareggia sulla cifra di 2.827.000 euro. Approfondimenti su Gazzetta Matin in edicola lunedì 10.
(danila chenal)
(foto: secondo da sinistra Alexandre Glarey)

Condividi

ULTIME NEWS