Posted on

Spintonò a terra un anziano a Courmayeur a seguito di un diverbio: condannato a 8 mesi

Secondo l'accusa, il genovese Massimo Santoro nel 2012 provocò la frattura del femore a un ottantenne, che aveva chiesto di spostare un'autocisterna parcheggiata in un piazzale privato

Secondo l'accusa, il genovese Massimo Santoro nel 2012 provocò la frattura del femore a un ottantenne, che aveva chiesto di spostare un'autocisterna parcheggiata in un piazzale privato

Il giudice monocratico del Tribunale di Aosta, Paola Cordero, questa mattina ha condannato a otto mesi di reclusione con la condizionale – oltre a disporre una provvisionale di 7.000 euro – Massimo Santoro, genovese di 55 anni, accusato di lesioni personali aggravate.
Secondo quanto ricostruito stamane in aula dal vice procuratore onorario Cinzia Virota – che aveva chiesto la condanna a due anni e quattro mesi per l’imputato – nel mese di settembre del 2012 Massimo Santoro avrebbe avuto un diverbio con un ottantenne, deceduto l’anno scorso.
L’anziano, giunto nel piazzale privato, trovatosi di fronte l’autocisterna guidata da Massimo Santoro, avrebbe invitato quest’ultimo a spostarla, scatenando però la sua reazione, che dopo aver spostato il mezzo, sarebbe sceso dallo stesso e l’avrebbe spintonato con violenza, provocando la sua caduta a terra con tanto di frattura del femore.
La famiglia dell’anziano si è costituita parte civile nel processo, con il risarcimento danni complessivo agli eredi che verrà deciso in un separato giudizio civile.
(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS