Pubblicato il

Scuola: sul «no» al modello plurilingue, l’Italia dei Valori parla di «scelta incomprensibile» da parte dell’assessore

Scuola: sul «no» al modello plurilingue, l’Italia dei Valori parla di «scelta incomprensibile» da parte dell’assessore

Attraverso una nota, il partito del segretario regionale Marco Belardi affonda: «Probabilmente l'attuale assessore, in continuità col precedente, ha un modello culturale non adeguato ai tempi attuali»; annunciate raccolte firme per una proposta di legge

«Probabilmente l’attuale assessore, in continuità con il precedente, ha un modello culturale non adeguato ai tempi attuali, dove per fare carriera intellettuale e lavorativa non basta più avere una forte identità territoriale».
Non va certo giù tenera la nota della segreteria regionale dell’Italia dei Valori della Valle d’Aosta in riferimento «all’incomprensibile scelta dell’assessore alla cultura (l’ormai ex assessore Joël Farcoz, ndr) di negare» la creazione «di una scuola valdostana plurilingue a cominciare dalle materne».
La nota prosegue: «Il nostro pensiero consiste nel mantenere l’importanza delle tradizioni, ma nel contempo occorre dare il giusto spazio allo studio delle lingue straniere che spesso sono trascurate», in particolare nella «scuola elementare».
E ancora: «Ribadiamo che i nostri giovani, pur mantenendo il loro idioma familiare, devono ricevere dalla scuola pubblica tutte le possibilità per accedere al mondo del lavoro e della cultura internazionali, tra le quali spicca la conoscenza delle lingue».
Di conseguenza, l’Italia dei Valori della Valle d’Aosta «appoggerà qualsiasi iniziativa di gruppi di genitori volta a raggiungere questi obiettivi di scuola plurilingue, a cominciare dalle raccolte firme per una proposta di legge relativa».
(pa.ba.)

Condividi

ULTIME NEWS