Posted on

Dispersi sul Monte Bianco: «non ci sono più speranze di ritrovarli vivi»

Dispersi sul Monte Bianco: «non ci sono più speranze di ritrovarli vivi»

Lunedì 14 la gendarmerie francese riprenderà le ricerche della guida alpina valdostana Ferdinando Rollando e del suo giovane cliente, il 15enne Jassim Mazouni

«Non ci sono più speranze, possiamo solo affidarci a un miracolo». Sono da poco passate le 20 di domenica (ieri, ndr) e Delfino Viglione, responsabile del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, ha concluso il debriefing con i colleghi soccorritori della Gendarmerie di Chamonix e i parenti di Ferdinando Rollando e di Jassim Mazouni, la guida alpina di Ollomont e il suo cliente parigino di 15 anni, dispersi da mercoledì 10 luglio sul ghiacciaio a monte del rifugio Gonella, sul massiccio del Monte Bianco. Se le condizioni meteo lo permetteranno, i soccorritori francesi riprenderanno le ricerche questa mattina su una ampia porzione di montagna in territorio francese.
Approfondimenti su Gazzetta Matin in edicola lunedì 14.

Condividi

LAST NEWS