Posted on

Giornata della Memoria, Don Cirillo Perron “Giusto tra le Nazioni”

Giornata della Memoria, Don Cirillo Perron “Giusto tra le Nazioni”

Salvò, facendolo passare per suo nipote, Giulio Segre, che oggi a Saluzzo lo ha ricordato in sinagoga

Don Cirillo Perron, parroco di Courmayeur fino al 1986 (e morto nel 1996) è stato “Giusto tra le Nazioni” in occasione della Giornata dell Memoria, grazie alla testimonianza di Giulio Segre, medico-dentista di Saluzzo oggi 76enne, salvato dall’allora giovane parroco quando Segre aveva 7 anni. Segre è l’ultimo sopravvissuto della comunità ebraica di Saluzzo, falcidiata dalla follia nazista. “Avevo 7 anni – ha ricordato in sinagoga oggi Segre quando vennero a prenderci. Grazie all’aiuto di un parroco rimasi nascosto un anno e mezzo in Valle d’Aosta e mi salvai”.
La storia sua incredibile storia Giulio Segre l’ha voluta far conoscere attraverso un libro molto toccante, “Don Cirillo e il nipotino” (foto). Avuta notizia di possibile rallestramento a Saluzzo, la famiglia Segre – papà, mamma e il piccolo Giulio – con documenti falsi arrivarono fino a Courmayeur in una nottata con un’abbondante nevicata. I genitori chiesero aiuto al parroco del paese, Don Cirillo, il quale con coraggio acconsentì: si recò a Gressan e si procurò un documento falso per il piccolo Giulio e lo fece passare per suo nipote. Un gesto – Giusto – che salvò la vita a Giulio Segre.
(l.m.)

Condividi

LAST NEWS