Posted on

Fondo: domani scattano i Mondiali di Falun; subito in pista Pellegrino, Laurent e Baudin

Fondo: domani scattano i Mondiali di Falun; subito in pista Pellegrino, Laurent e Baudin

Chicco: «Sarà una gara durissima, con una concorrenza forte e battagliera»; Greta: «Sono in cerca di riscatto»; Francesca: «Mi sento bene e sono libera di testa»; poi toccherà a Francesco De Fabiani: «Un onore rappresentare l'Italia»

Conto alla rovescia agli sgoccioli a Falun dove domani, giovedì 19 febbraio, prenderanno il via i Mondiali di fondo. Lunedì la Fisi ha ufficializzato i quattordici convocati per la rassegna iridata, quattro dei quali sono valdostani: Federico Pellegrino (Fiamme Oro), Francesco De Fabiani (Cse), Francesca Baudin e Greta Laurent (Fiamme Gialle). Il programma prevede giovedì la sprint a tecnica classica, sabato 21 lo skiathlon femminile, domenica 22 la team sprint a tecnica libera maschile e femminile, martedì 24 la 10 km a tecnica libera femminile, mercoledì 25 la 15 km a tecnica libera maschile, giovedì 26 la staffetta 4×5 km femminile, venerdì 27 la staffetta 4×10 km maschile, sabato 28 la 30 km a tecnica classica femminile e domenica 1° marzo la 50 km a tecnica classica maschile.
I quattro moschettieri rossoneri sono pronti a dare battaglia. Il più atteso è sicuramente Federico Pellegrino, che arriva alla rassegna iridata forte di tre successi nelle sprint. A Falun si gareggerà in classico, ma il poliziotto di Nus non si sente sconfitto in partenza. «La neve è stata battuta stamattina e abbiamo trovato il fondo un po’ molle – spiega Chicco (nella foto con la fidanzata Greta Laurent) -; spero che per la gara diventi più duro. Siamo pronti, la forma è buona, sarà una prova durissima, ma allo stesso tempo stimolante contro una concorrenza forte e, immagino, battagliera. Sono tanti i pretendenti alle medaglie, affronteremo come sempre una manche per volta a partire dalle qualificazioni. Il tracciato è tecnico, con una bella salita e una lunga parte piana nel finale dove occorrerà arrivare veloci».
Nella sprint di domani ci sarà il debutto iridato di Francesca Baudin. «Dopo Ostersund sono molto fiduciosa per la sprint – dice la finanziera di Champorcher -. L’importante sarà qualificarsi, poi in batteria tutto è più affascinante e divertente. Qui è bello e si sta bene, tra l’altro abbiamo il cuoco che ci fa fare due risate e ci vizia. Personalmente mi sento bene e sono tranquilla di testa».
L’altra valdostana in gara domani ha tanta voglia di invertire la rotta in quest’annata per lei difficile. «Domani si comincia – ammette Greta Laurent – e io sono in cerca in riscatto. È una stagione che per me sembra non essere mai partita, ma ho voglia di dare tutto e di cercare di dire la mia. Il tracciato è come quello dei maschi, molto duro, quindi bisognerà gestire al meglio le energie».
«Questo è il mio primo mondiale ed è un onore poter rappresentare l’Italia – afferma Francesco De Fabiani -. Sono consapevole di essere ancora giovane per questo sport, ma so di poter dire la mia se tutto andrà per il verso giusto, anche se una medaglia sembra ancora lontana. In ogni caso sarà tutta esperienza importante per il prosieguo della mia carriera sportiva».
(davide pellegrino)

Condividi

LAST NEWS