Posted on

M5S all’attacco sulle riforme costituzionali: «altro che niveaux différents, ci prendete per i fondelli»

All'indomani delle dichiarazioni espresse sulla deriva centralista dello Stato, i pentastellati di casa nostra si dicono «stanchi di finti autonomisti da campagna elettorale»

All'indomani delle dichiarazioni espresse sulla deriva centralista dello Stato, i pentastellati di casa nostra si dicono «stanchi di finti autonomisti da campagna elettorale»

«Siamo stanchi di finti autonomisti da campagna elettorale: loro li chiamano niveaux différents, noi li chiamiamo con il loro nome e cioè presa per i fondelli». Il Movimento 5 Stelle interviene duramente all’indomani delle dichiarazioni rese dal presidente della Regione durante le celebrazioni per la Festa della Valle d’Aosta che andavano nel senso di esprimere forte preoccupazione per la deriva centralista dello Stato.
«Preoccupazione giusta siamo d’accordo e allora qualcuno ci deve spiegare il voto favorevole degli onorevoli Albert Lanièce e Rudi Marguerettaz sulla legge di stabilità che massacra comuni e regione; ma anche sul decreto Sblocca Italia che toglie potere al territorio e lo trasferisce al Governo e anche sulle modifiche alla Costituzione. Ma come? Non sono forse queste riforme che mettono a rischio la forza dello Statuto speciale? – si chiedono i pentastellati.
«Forse il presidente Rollandin i due parlamentari dovrebbero almeno farsi una telefonata. Perchè mentre qui in Valle abbaiamo un giorno sì e l’altro pure sui rischi per la nostra autonomia, a Roma, i due nostri rappresentanti, da bravi soldatini, votano favorevolmente quelle riforme che poi criticano?»
(re.newsvda.it)

Condividi

LAST NEWS