Posted on

Verso le Comunali: «Asservimento al potere, personalismo eccessivo e voglia di poltrone», Paolo Scoffone lascia Stella Alpina

Verso le Comunali: «Asservimento al potere, personalismo eccessivo e voglia di poltrone», Paolo Scoffone lascia Stella Alpina

J'accuse del consigliere che smentisce però le voci di una lista civica d'intesa con l'altro consigliere transfugo Vincenzo Caminiti

Stella Alpina perde un altro pezzo e dopo il consigliere Vincenzo Caminiti, lascia il Movimento anche Paolo Scoffone, imprenditore nel settore del turismo, entrato in consiglio comunale due anni addietro, dopo l’elezione in consiglio regionale di Mauro Baccega e Stefano Borrello.
Scoffone lascia con una analisi per niente tenera, trattegiando un ‘malessere’ che ha radici profonde: «in questi mesi ho cercato sempre coerenza, spiegando le mie ragioni, consapevole del fatto di essere un consigliere di maggioranza, ma convinto della necessità che questo compito dovesse essere svolto da uomo libero, da persona che – di fronte a decisioni ritenute inopportune – avesse il coraggio di prenderne le distanze. Mi sono trovato lontano da Stella Alpina in diverse occasioni – commenta Scoffone – e ho toccato con mano il peggior male di ogni movimento: l’asservimento al potere, la voglia di scalare posizioni e il personalismo eccessivo».
Parla della «necessità che i movimenti portino avanti le proprie ragioni e di lì cerchino il consenso e non il contrario» l’ormai ex consigliere SA che ritiene «prioritario scegliere gli uomini per le capacità e non per le amicizie» confidando «nella prevalenza delle idee – perchè oggi parlare di ideali è anacronistico – e non su accordi di basso profilo, basati sulla ricerca dei singoli di mantenere poltrone e potere».
«Ho cercato la disponibilità al confronto – prosegue Scoffone – ma non vi sono riuscito. Ho capito di essere probabilmente fuori posto e fuori luogo e di qui la decisione di lasciare Stella Alpina, sentendo forte la necessità di prendere una strada differente dal Movimento».
Scoffone, che lei fosse una voce fuori dal coro si era notato in più occasioni, durante le riunioni del consiglio comunale… Lei dice che è «giunto il momento di guardare avanti, con la voglia di offrire il mio contributo, ma nella consapevolezza di volerlo fare unicamente se troverò i giusti compagni di viaggio»… ci sono una lista civica o un altro Movimento nel suo orizzonte prossimo? I soliti ben informati parlano di una lista civica d’intesa con il consigliere Vincenzo Caminiti. Non è mistero che spesso vi siate trovati d’accordo su temi che hanno infiammato l’aula consiliare e per i quali avete votato ‘contro’ la maggioranza di governo…
«No, niente di tutto ciò al momento – commenta Scoffone – l’idea di una lista civica è molto bella ma al momento non è percorribile».
Nella foto, Paolo Scoffone.
(cinzia timpano)

Condividi

LAST NEWS
Lutto: anche l’Anpi Valle d’Aosta piange la scomparsa del Partigiano Brindisi
Pietro Parisi, il partigiano Brindisi

Lutto: anche l’Anpi Valle d’Aosta piange la scomparsa del Partigiano Brindisi


Pietro Parisi, detto Brindisi, aveva combattuto nella Resistenza in Valle d'Aosta, dove saranno...

Posted by on

Congresso Cgil VdA, Bertschy: «Rinnovo contratto comparto unico entro febbraio»
Il presidente Bertschy al Congresso della Cgil VdA

Congresso Cgil VdA, Bertschy: «Rinnovo contratto comparto unico entro febbraio»


Il presidente della Regione, Luigi Bertschy, ha annunciato un'accelerazione in materia di contratto...

Posted by on

Aiuti: Finaosta conferma il finanziamento Sostegno alle imprese da 8 milioni di euro
Finaosta: si rinnova Sostegno alle imprese 2023

Aiuti: Finaosta conferma il finanziamento Sostegno alle imprese da 8 milioni di euro


Le realtà rossonere che abbiano subito conseguenze dalla guerra tra Russia e Ucraina, potranno...

Posted by on