Posted on

Due agenti penitenziari “valdostani” sventano rapimento

Due agenti penitenziari “valdostani” sventano rapimento

Le guardie, in servizio a Brissogne, hanno bloccato un uomo che aveva sottratto una bambina di 9 anni alla zia

Hanno sentito urlare. Si sono voltati. L’uomo strattonava la bambina e la trascinava per un braccio. Le diceva: «Sei mia figlia, adesso andiamo a casa». Ma lei piangeva e cercava di divincolarsi. L’uomo, 46 anni, quella bambina non l’aveva mai vista e l’ha afferrata tra la folla. Ha cercato di portarsela via. È stato arrestato dalla Polizia locale per tentato sequestro di persona aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Ad accorgersi di tutto, però, e a intervenire prontamente per bloccare il rapitore sono stati due agenti di polizia penitenziaria in servizio alla casa circondariale di Brissogne.
Erano da poco passate le 11 di ieri mattina, in pieno centro, corso Vittorio Emanuele. La bambina, 9 anni, vive fuori città e da qualche giorno era a Milano, ospite della zia. Ieri mattina le due sono uscite per fare una passeggiata, con loro c’erano il fidanzato della donna e un suo amico, entrambi agenti di polizia penitenziaria in servizio appunto in Valle d’Aosta.
Erano davanti a un negozio e nessuno degli adulti si è reso conto di quell’uomo che si è avvicinato e all’improvviso ha afferrato da dietro la piccola, per poi allontanarsi di corsa. È riuscito a percorrere qualche metro, ma è stato subito raggiunto dai due agenti.
Poco dopo è arrivata una pattuglia dell’Unità antiabusivismo della Polizia locale, che era in servizio in zona; gli agenti hanno chiesto i documenti all’uomo, lui ha risposto che li aveva in un trolley, ma mentre stava per aprirlo si è scagliato con violenza contro i due ragazzi (entrambi hanno avuto una prognosi di 7 giorni in ospedale). R.S. alla fine è stato ammanettato. Dalle prime indagini, il rapitore non ha legami con la famiglia della bambina; l’ha solo presa in braccio e si è messo a correre.
La bambina era terrorizzata ed è stata portata per controlli all’ospedale Fatebenefratelli.
(redazione newsvda)

Condividi

LAST NEWS