Posted on

Sanità: comparto dell’emergenza minaccia stato di agitazione

Sanità: comparto dell’emergenza minaccia stato di agitazione

Protesta davanti a Palazzo regionale degli operatori del 118, del pronto soccorso e della rianimazione

Protesta dei lavoratori dei servizi sanitari di emergenza, che annunciano lo stato di agitazione, davanti a Palazzo regionale contro la riorganizzazione del dipartimento. E’ per domani la convocazione di una conferenza stampa nella quale l’azienda Usl spiegherà la sua posizione.
Lamentano le organizzazioni sindacali «la riduzione drastica del personale in servizio nelle strutture di pronto soccorso, rianimazione e 118 mette in situazioni di forte stress il personale nei momenti di affluenza intensa, aumentando il rischio di errore». Denunciano «l’attribuzione di mansioni al personale tecnico che la normativa nazionale assegna al personale infermieristico, esponendoli a responsabilità e ruoli che non competono loro senza considerare la responsabilità civile e penale in caso di errore». Stigmatizzano il fatto che «il ruolo del medico viene meno perché deve essere responsabile della centrale e anche intervenire sul territorio». Il timore per le sigle sindacali è che si stia smantellando il servizio di emergenza valdostano.
(da.ch.)

Condividi

LAST NEWS
Finaosta: due nuovi finanziamenti, 25 milioni stanziati e un occhio alla sostenibilità

Finaosta: due nuovi finanziamenti, 25 milioni stanziati e un occhio alla sostenibilità


Consolidamento sostenibile e Grandi operazioni portano a 43 milioni di euro gli stanziamenti di...

Posted by on