Posted on

Furti in casa in alta Valle, indagano i carabinieri

Furti in casa in alta Valle, indagano i carabinieri

Questa mattina, con particolare riferimento alla zona di Introd; il sindaco Vittorio Anglesio: «Avvisare immediatamente le forze dell'ordine nel caso venisse notata la presenza di personaggi sospetti»

Nuovo raid di furti in abitazione, quello che questa mattina ha interessato l’alta Valle, con particolare riferimento all’area di Introd, in cui i ladri hanno colpito – tra le altre – la casa di Maria Vittoria Pepellin, ex amministratore del paese, che ha affidato a Facebook il suo sfogo: «Che dire, tanta tanta rabbia, non tanto per gli oggetti di valore che si sono portati via o per la finestra che dovremo cambiare, ma per esserci sentiti violati del nostro spazio domestico; tutto sottosopra dai cassetti aperti e rovesciati, scatole scoperchiate, carte sparpagliate, disordine ovunque, ma in particolare una sorta di disordine mentale che mi assale dal di dentro come se qualcuno avesse rovistato alla rinfusa nelle nostre vite, dentro di noi nelle nostre anime (…). Da oggi in poi guarderò ogni estraneo con sospetto, togliendomi la possibilità di essere migliore o semplicemente diversa».
Sull’accaduto indagano i carabinieri del Comando Stazione di St-Pierre. I malviventi si sono introdotti negli alloggi ‘visitati’ forzando porte e/o finestre con l’ausilio verosimilmente di un piede di porco o di un cacciavite.
Interpellato in merito, il sindaco di Introd, Vittorio Anglesio, commenta: «L’ho appreso in paese, di più al momento non so. Quello che mi sento dire alla popolazione, è di avvisare immediatamente le forze dell’ordine nel caso notassero la presenza di persone sospette. La collaborazione con le forze dell’ordine è fondamentale in questi casi».
La foto ‘postata’ su Facebook da Maria Vittoria Pepellin.
(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS