Posted on

Aosta: volata per European City of Sport 2017

Aosta: volata per European City of Sport 2017

Presentate le linee guida del dossier da presentare ad Aces per entrare tra le magnifiche quattro realtà italiane

Partire dal passato sportivo glorioso della città, passando per i numeri del presente, per provare a garantire un futuro radioso, che implementi i numeri di tutto rilievo del nostro capoluogo. Sono queste le linee guida del dossier preparato dal comune di Aosta, con la collaborazione di UniVdA, Coni, Centro studi Émile Chanoux, Asiva e Ambulatorio di Medicina di Montagna, per la candidatura del capoluogo regionale a European City of Sport 2017. Sono state tappe forzate quelle che hanno portato alla stesura di un documento «che promuove l’idea del movimento, la storia sportiva della nostra città e tutte le peculiarità storiche del capoluogo e non solo» spiega l’assessore allo Sport Carlo Marzi. Ora la palla passerà ad Aces, l’associazione che si occuperà della valutazione delle candidature e del conferimento del premio: in estate ci sarà un primo sopralluogo del comitato di valutazione, in vista del verdetto previsto per l’autunno. «In caso di risultato positivo – sottolinea ancora Marzi – potremo avere accesso a una rete di città, enti e realtà di respiro europeo, che ci potrebbe dare la possibilità di accedere alla grande “autostrada” dei progetti e dei finanziamenti europei».I dettagli su Gazzetta Matin in edicola martedì 3 maggio.(Nella foto Moreno Vignolini, Carlo Marzi e il professor Paolo Gheda)(al.bi.)

Condividi

LAST NEWS